Si torna nel gelo polare

A cura di Renato Sansone

Le condizioni ambientali trovate a Piano Ruggio per l’acquisizione dei dati del mese di Febbraio sono state davvero avverse. La località è piombata nuovamente nel gelo più crudo, andando a sfiorare il record assoluto della stazione.

Nebbia con visibilità anche a 10 metri, freddo, vento a 70-80 Km/h, ghiaccio, gragnola, anche un metro di neve al suolo in alcuni punti. Ventisei minime negative su 29 di cui 4 <-20°C, 8 giornate di ghiaccio ed escursione termica giornaliera del giorno 14 di quasi 30°C, la quale rappresenta il nuovo record.