Vicenza, monitoraggio fiumi

domenica 14 dicembre 2008, 15:14 di

(AGI) – Venezia, 16 dic. – Anche a Vicenza e’ durata solo 24 ore la tregua concessa dal maltempo tra sabato e domenica. La pioggia e’ infatti tornata incessante e i fiumi hanno ripreso a ingrossarsi. Stamane alle 8 il Bacchiglione era sceso a 2,5 metri. Da li’ pero’ ha ripreso a salire e ora misura 2,80 metri. “Il dato non e’ allarmante – assicura l’assessore alla protezione civile Pierangelo Cangini -. Le esondazioni si verificherebbero se il livello superasse la soglia dei 4,5 metri e per ora siamo ben lontani. Tuttavia i tecnici del Comune, in collegamento con la prefettura, con Aim, Amcps e il Genio civile, stanno monitorando la situazione costantemente, e non solo per il Bacchiglione: sono sotto controllo anche il Retrone e l³Astichello”. Per precauzione nel corso del fine settimana Amcps ha preparato centinaia di sacchi di sabbia da impiegare nei cinque punti critici della citta': via Chioare, piazza Aracoeli, ponte degli Angeli e corte dei Molini, oltre a strada della Colombaretta, dove proprio venerdi’ pomeriggio si e’ verificato uno straripamento del Retrone, fortunatamente rientrato in fretta. L’esondazione ha interessato alcune abitazioni, ma senza conseguenze significative, grazie all³impiego dei sacchi prontamente forniti dalla protezione civile. “Purtroppo le previsioni meteorologiche ancora una volta non sono buone – annuncia Cangini – e’ prevista pioggia almeno fino a domani. Forse da mercoledi’ la perturbazione potrebbe attenuarsi”.

Commenta



MeteoWeb disponibile su App Store

Iscriviti alla Newsletter
Accedi