L’eliosfera ha confini dinamici e imprevedibili

L’eliosfera ha confini dinamici e imprevedibili

A cura di redazione Meteoweb

L’eliosfera, la bolla di plasma generata dal vento solare nel mezzo interstellare che protegge la Terra e gli altri pianeti dai raggi cosmici, ha confini dinamici e imprevedibili.

E’ quanto dimostra uno studio pubblicato sul Journal of Geophysical Research e basato sui dati della sonda della Nasa Ibex (Interstellar Boundary Explorer), analizzati da un gruppo di ricerca coordinato dal Southwest Research Institute. La sonda Ibex ha ottenuto la mappare dell’eliosfera misurando le particelle chiamate Enas, che sono atomi neutri di idrogeno generati dall’interazione tra vento solare e mezzo interstellare e che sfrecciano dall’eliosfera in tutte le direzioni. Gli strumenti di Ibex sono stati i primi ad osservare la cosiddetta zona di collisione oltre i pianeti, dove il vento solare corre in un flusso di particelle elettricamente cariche che permea lo spazio interstellare.

E’ cosi’ che Ibex ha visto ai confini dell’eliosfera una specie di nastro, una sorta di stretto cuscinetto estremamente e inspiegabilmente luminoso. Confrontando queste informazioni con i dati piu’ recenti i ricercatori hanno scoperto che il nastro ha cambiato aspetto e sembra aver perduto proprio la regione piu’ energetica e brillante. ’’Pensavamo che l’eliosfera fosse stabile nel tempo e ipotizzavamo che piccoli cambiamenti potessero avvenire gradualmente anche in base all’attivita’ solare che attraversa un ciclo di 11 anni, ma non certo nel giro di sei mesi’’, ha osservato il principale autore dello studio, David McComas. ’’Queste osservazioni – ha concluso – mostrano che l’interazione del Sole con il mezzo interstellare e’ piu’ dinamica e variabile di quanto immaginato finora’’.(ANSA)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...