Fronte Atlantico minaccioso sul nord, attese piogge torrenziali

Come possiamo notare dagli ultimi aggiornamenti delle immagini satellitari, il fronte Atlantico dell’annunciata perturbazione che ha origine polare, minaccia l’Italia del nord dove nelle prossime 12-18 ore porterà piogge torrenziali, soprattutto nei settori Alpini e preAlpini, dal nord/ovest al nord/est. Sarà una domenica di maltempo in tutte le Regioni del nord Italia, ma soprattutto a nord del Po con piogge intense e locali grandinate. Gli accumuli potranno essere superiori ai 150mm nelle zone più colpite, e cioè Verbano, Varesotto, Comasco ma anche le province di Novara, Biella, Vercelli, Sondrio, Lecco, Milano, Bergamo e Brescia.

Al centro/sud, invece, continuerà a splendere il sole, anche se con temperature decisamente piacevoli.

Da domani, nelle Regioni meridionali tornerà il caldo con temperature in aumento specie tra Sicilia, Calabria e Puglia, dove per 2-3 giorni si supereranno i +32/+34°C nelle ore diurne. Le temperature caleranno nuovamente tra mercoledì e venerdì. Tutt’altra storia al centro/nord, dove sta solo iniziando una fase fresca e perturbata destinata a durare a lungo: martedì 19, infatti, un nuovo fronte proveniente dal nord Atlantico porterà altre forti piogge e farà abbassare ulteriormente le temperature, tanto che ci attendiamo la neve sulle Alpi a partire dai 2.000 metri di altitudine. Ma di questo parleremo meglio nei prossimi aggiornamenti, per adesso è preferibile mantenere alta l’attenzione sul now-casting legato al peggioramento in atto.