Maltempo: piogge torrenziali al centro/nord, e adesso il fronte si dirige verso...

Maltempo: piogge torrenziali al centro/nord, e adesso il fronte si dirige verso il sud

L’Italia è nella morsa del maltempo, almeno al centro/nord: forti piogge con locali temporali molto intensi interessano gran parte delle Regioni centro/settentrionali. I fenomeni più intensi sono concentrati tra Toscana e Umbria, dove nelle zone più colpite sono già caduti fino a oltre 80mm di pioggia, ma l’instabilità è diffusa anche al nord/ovest, dove ci sono state frane, e da poche ore anche al nord/est, dove sono segnalati i primi temporali.

Scenario completamente diverso al sud, dove splende il sole e le temperature sono più miti, specie in Sicilia dove Trapani ha raggiunto i +32°C e Palermo i +31°C. Comunque non fa caldo, e solo pochissime altre località di Puglia, Sicilia e Calabria hanno sfiorato i +30°C anche nella giornata odierna, caratterizzata sì dal sole su quasi tutto il mezzogiorno, ma comunque da temperature non particolarmente elevate.

Al centro/nord, invece, fa proprio fresco: Grosseto, colpita da violenti nubifragi, non ha superato i +19°C. A Torino la massima è stata di +20°C, Arezzo non è andata oltre i +21°C, Pisa e Viterbo non hanno superato i +22°C, Genova, Olbia e Perugia i +23°C. Molto fresco anche a Firenze, Verona, Bergamo, Parma, Piacenza, Frosinone e Aviano, ferme a +24°C. Moltissime altre località del centro/nord hanno avuto massime tra +25 e +26°C, decisamente inferiori rispetto alle medie del periodo.

L’ondata di maltempo che sta colpendo il nostro Paese si intensificherà ulteriormente nelle prossime ore, andando ad accentuarsi nel corso della sera/notte sulle Regioni centro/settentrionali e in modo particolare tra Toscana, Umbria, Marche, Emilia Romagna e Veneto.
Intanto, però, il fronte freddo si muoverà verso sud/est nel mar Tirreno, e domani arriverà anche al sud dove le temperature diminuiranno ulteriormente almeno di 4-5°C e tornerà il maltempo, con piogge sparse soprattutto nel basso Tirreno, tra Campania, Calabria e Sicilia.
Intanto il maltempo insisterà ancora al nord/est, con piogge e temporali localmente intensi tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Negli ultimi tre giorni della settimana, tra venerdì 29 e domenica 31 luglio (sono gli ultimi 3 giorni del mese), in tutt’Italia le temperature saranno fresche, ben inferiori rispetto alle medie del periodo, e l’instabilità sarà marcata soprattutto nelle ore pomeridiane e nelle zone interne, con uno sviluppo continuo di cumulonembi su Alpi e Appennini da cui potranno scaturire fenomeni temporaleschi che, nel corso della giornata, non è escluso vadano a sconfinare fin su aree pianeggianti e costiere.

Ma del meteo per il weekend parleremo in modo approfondito nei prossimi aggornamenti previsionali del nostro Meteo-Notiziario: per adesso continua il nowcasting legato al peggioramento, ormai in procinto di estendersi anche al sud dove torneranno anche forti venti di maestrale che renderanno i mari discretamente mossi, specie il Tirreno.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...