Tifone Nesat disastro nelle Filippine: almeno 7 morti, le prime foto

Almeno 7 persone sono morte, di cui quattro a Manila, a causa del tifone Nesat, arrivato oggi sulla costa est delle Filippine. Molti quartieri della capitale sono stati travolti dall’acqua che in alcuni punti ha raggiunto oltre un metro di altezza. I venti soffiano a 180km/h e il mare è molto mosso intorno all’isola di Luzon, nel nord del Paese. Oltre 150.000 persone sono state evacuate. Nella capitale, oltre alla sede dell’ambasciata americana, sono rimaste chiuse scuole, unversita’, uffici e le autorita’ hanno invitato i cittadini a rimanere in casa.Questi gli accumuli pluviometrici delle ultime 36 ore sul Paese, da quando “Nesat” imperversa sul Paese: 321mm a Legazpi, 278mm a Cabanatuan, 255mm a San Jose, 248mm a Manila, 198mm a Daet, 139mm a Ninoy Aquino, 120mm a Baguio, 113mm a Puerto Princesa, 106mm a Dagupan, 100mm a Aparri.

I metereologi prevedono ancora maltempo nelle prossime ore con altre piogge torrenziali e onde di quattro metri lungo tutta la costa e si temono allagamenti e frane. I tifoni nelle Filippine sono molto frequenti (circa 20 l’anno) ma questo, che arriva due anni dopo Ketsana (oltre 400 morti), e’ considerato il piu’ potente dell’anno. Nesat dovrebbe spostarsi verso il sud della Cina solo tra due giorni.

CONDIVIDI
Nato a Reggio Calabria il 18 maggio 1986, è giornalista pubblicista dal 2009. Nel 2004 ha fondato il blog MeteoWeb che nel 2010 è diventato testata giornalistica, di cui è Direttore Responsabile. Dirige diverse testate per il gruppo editoriale Socedit