La situazione meteorologica in Italia

domenica 16 ottobre 2011, 18:28 di

Eccetto la stazione di rilevamento di Lampedusa interessata da pioggia, l’interno territorio italiano non è più interessato dal maltempo che ha flagellato molte aree del Sud Italia. La Sicilia come previsto è risultata essere la regione più colpita, con pesanti nubifragi e in alcuni casi con tempeste di fenomeni vorticosi. Al momento è il vento che crea qualche disagio nell’estremo N/E, dove a Ronchi dei Legionari e a Trieste vengono segnalate raffiche tra i 33 e i 46 Km/h. Vento forte anche tra la Puglia, la Calabria e la Campania, dove vengono segnalate raffiche a 88 Km/h a Brindisi, 72 Km/h a Bonifati, 59 Km/h a monte Scuro, 51 Km/h a Napoli, sul monte Terminillo e a Latronico, 46 Km/h a Grazzanise e Santa Maria di Leuca. Vento moderato anche in Sardegna, soprattutto sulle aree orientali. Le temperature misurate risultano essere su gran parte del territorio fresche, acuite dal vento che come detto spazza varie aree della penisola. Valori ad una cifra sulle nostre montagne, dove si segnala 1°C ai 1677 m s.l.m. della Sila, sino ai 18-19°C della Sicilia. A differenza del centro-sud dove sono in atto ancora degli annuvolamenti, in pianura padana è il cielo sereno a contraddistinguere la serata con valori attuali compresi tra 12°C e 17°C. Il valore di pressione normalizzata al livello del mare più basso registrato è indicato alla stazione di Cozzo Spadaro, con 1014 hPa, mentre tendono a risalire salendo la penisola sino ai valori più alti del N/E, dove si registrano valori pressori di 1027 hPa. Dati a cura del servizio meteorologico dell’aeronautica militare.

 

Commenta



MeteoWeb disponibile su App Store

Iscriviti alla Newsletter
Accedi