Previsioni Meteo: sfuriata fredda e temporalesca tra domani e lunedì, poi torna...

Previsioni Meteo: sfuriata fredda e temporalesca tra domani e lunedì, poi torna il caldo anticiclone

Il fronte freddo si muove verso l'Italia
Il fronte freddo si muove verso l'Italia

L’arrivo dell’atteso peggioraento previsto per la seconda parte della settimana e per il weekend è ormai imminente. Sulle isole Britanniche, dove nei giorni scorsi c’è stato caldo record con punte di +30°C in Inghilterra, stamattina già piove e fa freddo. Londra non supera i +12°C e tra Irlanda e Scozia sono stati toccati i +5°C con locali grandinate. Il fronte freddo è già sull’Europa centrale, e si dirige minacciosamente verso l’Italia e il Mediterraneo, dove arriverà la prossima notte portando i primi temporali sulle Alpi e sulle Regioni settentrionali del nostro Paese.

Rispetto agli aggiornamenti dei giorni scorsi, il peggioramento ha avuto degli “aggiustamenti” previsionali che hanno ridimensionato la sua entità e la sua durata. Dopotutto, si tratta comunque di una violenta bordata settentrionale, anche se durerà pochi giorni.
Dal punto di vista dei fenomeni meteorologici, avremo una “passata” temporalesca che interesserà praticamente tutt’Italia tra venerdì 7 e sabato 8 ottobre, prima al nord (specie al nord/est), poi al centro e infine al sud, dove sabato ci saranno forti piogge e possibili trombe d’aria. Poi, tra domenica e lunedì, avremo ancora dei fenomeni d’instabilità residua ma solo al sud, mentre al nord sarà tornato a splendere il sole. Martedì 11 il tempo sarà bello in tutt’Italia e nuovamente molto caldo al centro/nord.

Dal punto di vista delle temperature, ci sarà un calo termico di oltre 10°C in tutt’Italia che però durerà solo poche ore, in quanto le temperature aumenteranno nuovamente all’inizio della prossima settimana, tornando in linea con i valori di questi giorni.
Sulle Alpi ci sarà il calo termico più corposo, con sbalzi davvero notevoli: da valori di +16°C a 850hPa passeremo a 0°C alla stessa quota per poi risalire a +12°C in 48 ore!
Tra domenica e lunedì farà molto freddo al centro/sud, soprattutto nel basso Adriatico e nelle Regioni Joniche. Tra Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria si raggiungeranno i valori più bassi rispetto alle medie del periodo, con anomalie di 10°C in negativo rispetto alla consuetudine stagionale. Inoltre il forte vento settentrionale alimenterà la sensazione di freddo per il corpo umano.
Anche in pianura Padana farà fresco, con temperature imnime a una cifra: un pò in tutt’Italia saremo costretti ad aprire per la prima volta stufe, camini e impianti di riscaldamento, anche se solo per poche ore.

L’evoluzione per la prossima settimana, dopotutto, è ancora molto incerta. La linea di tendenza deve per forza di cose fermarsi alla risalita termica di martedì 11, con il ritorno dell’anticiclone delle Azzorre. Spingersi oltre è estremamente difficile, come possiamo notare anche dai grafici delle temperature, molto “aperti” a diverse eventualità dopo quella data.
Secondo alcuni centri di calcolo e soprattutto per il modello statunitense Gfs, si potrebbe aprire una nuova fase calda e stabile che durerebbe tutta la prossima settimana, mentre il modello europeo Ecmwf prospetta un nuovo affondo nordico già tra 12 e 14 ottobre, nella parte centrale della prossima settimana.

Comunque, nelle prossime ore aggiorneremo tutti i dettagli previsionali sull’evoluzione prevista per i prossimi giorni e appena avremo indicazioni più precise sulla tendenza della prossima settimana, pubblicheremo anche nuove previsioni aggiornate a medio e lungo termine.
Continuate a seguirci!

L'evoluzione sinottica tra sabato 8, domenica 9 e lunedì 10: l'arrivo della sfuriata nordica e poi l'immediato ritorno dell'anticiclone
Le temperature a 850hPa nei prossimi giorni

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...