Terremoto Emilia, l’ultimo drammatico bilancio è di 16 morti, 10 dispersi e...

Terremoto Emilia, l’ultimo drammatico bilancio è di 16 morti, 10 dispersi e 350 feriti

Come accade spesso in queste situazioni, soprattutto nelle prime fasi concitate degli eventi, è caos sui numeri del bilancio del terremoto che stamattina ha colpito l’Emilia Romagna. Secondo gli ultimi dati a nostra disposizione, i morti accertati dovrebbero essere 16 mentre le persone che attualmente risultano disperse sono 10. Un bilancio comunque ben più grave rispetto a quello di domenica scorsa, quando il primo forte terremoto della serie in Emilia Romagna provocò 7 vittime.
Arriviamo a questi numeri in quanto Mohammad Agaar, l’operaio marocchino deceduto nel crollo del capannone della fabbrica Meta di San Felice era residente a Finale Emilia. Sarebbe stato conteggiato due volte (in realta’ a Finale non sarebbe deceduto nessuno) e dunque il conto delle persone decedute cambia. Le vittime dovrebbero essere cosi’ 16: i 15 dell’ultimo dato ufficiale, piu’ i due operai dispersi recuperati a Medolla, meno l’operaio della Meta conteggiato due volte per errore.
I dispersi dovrebbero essere 10, e i feriti circa 350 come hanno riferito  fonti della macchina dei soccorsi che in queste ore sta lavorando nelle aree colpite. Qui, tra gli altri, operano adesso 1.200 i vigili del fuoco, 218 unita’ in piu’ rispetto a quelle inviate dopo le scosse di domenica scorsa. E’ stato costituito un nuovo Comando operativo avanzato dislocato a Reggio Emilia. Nelle aree stanno convergendo 13 sezioni operative, provenienti da Lombardia, Veneto, Toscana e Marche. E’ in arrivo un Team Usar, ovvero 34 specialisti in Ricerca e Soccorso, dalla Toscana, 6 nuclei cinofili; 5 squadre puntellatori da 5 unita’; 5 squadre SAFda 6 unita’; 3 autoscale; 3 autogru; Per il sorvolo e la ricognizione e’ stato attivato un elicottero VVF AB 412 da Genova. E’ stato disposto il raddoppio del turno notturno dei Comandi della regione Emilia.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...