Un’immagine di una galassia a spirale getta nuova luce su una recente esplosione stellare

Credit: X-ray: NASA/CXC/STScI/K.Long et al., Optical: NASA/STScI
Credit: X-ray: NASA/CXC/STScI/K.Long et al., Optical: NASA/STScI

Una nuova foto scattata dal telescopio spaziale Chandra della NASA, ha individuato per la prima volta la luce a raggi X proveniente dai resti di una supernova, oggi ormai divenuta una pulsar, una stella di neutroni. La supernova, chiamata SN 1957D si trova nella galassia M83, a circa 15 milioni di anni luce dalla Terra, sul bordo interno del braccio a spirale della galassia. Precedenti osservazioni della galassia a spirale avevano rivelato solo onde radio e luce ottica, ma nessuna fonte di raggi x. La recente esposizione di 219 ore e 49 minuti, rilasciata dalla NASA nella giornata di ieri, ha raccolto abbastanza luce da permettere un’osservazione più accurata. Se fossero confermate alcune teorie, come quella che la pulsar abbia creato un bozzolo di particelle in rapido movimento, sarebbe sinonimo di un oggetto molto giovane, di soli 55 anni di età. I nuovi risultati saranno pubblicati in un prossimo numero di The Astrophysical Journal.