Invia foto, video e segnalazioni a info@meteoweb.it


Previsioni Meteo: ultime ore instabili, poi migliora ma sull’Europa incombe l’uragano Nadine in arrivo dell’Atlantico

sabato 15 settembre 2012, 13:33 di

Mentre al nord, in Sardegna e nelle Regioni Tirreniche continua a splendere il sole, nelle Regioni Adriatiche e al Sud è ancora in atto la “coda” della “perturbazione n°2” con piogge localmente intense, specie nella Sicilia Tirrenica e nell’Abruzzo meridionale. Nelle prossime ore la situazione andrà a migliorare, anche se ancora fino a domani avremo precipitazioni residue soprattutto in Puglia e nelle zone Joniche. In tutto il resto del Paese la situazione migliorerà, ma sarà un miglioramento molto timido e momentaneo: sull’Italia non arriverà alcuna figura anticiclonica, e anche lunedì e martedì il cielo sarà pieno di nubi in tutto il Paese, da nord a sud, con qualche debole piovasco nelle zone interne e qualche schiarita timida tra le nubi.
Attenzione alla prossima settimana, quando mercoledì 19 potremmoavere un nuovo peggioramento soprattutto al centro/nord, rapido ma intenso con forti temporali tra Liguria, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto, Friuli, Lombardia e Toscana. Intanto le temperature aumenteranno un po’ su tutto il Paese, e soprattutto al centro/sud.
Per quanto riguarda l’evoluzione a medio/lungo termine, sull’Europa incombe l’uragano Nadine che si trova proprio nel centro dell’oceano Atlantico e che al momento si caratterizza per raffiche a 150km/h. L’uragano arriverà sulle isole Azzorre a metà della prossima settimana, e molto probabilmente persisterà nell’area dell’arcipelago azzorriano per almeno 3-4 giorni con piogge abbondanti e persistenti che potrebbero devastare proprio le Azzorre. Difficilmente l’uragano riuscirà a spingersi più a est, sull’Europa, ma comunque influenzerà a livello barico e sinottico l’evoluzione della terza decade di settembre su tutto lo scacchiere Europeo, determinando anche l’evoluzione del tempo in Italia. Non è da escludere un affondo polare verso i settori più occidentali del continente, proprio da lì, dal circolo polare Artico dove l’inverno sta già facendo la voce grossa, provocando sull’Italia dapprima una rimonta calda dal nord Africa, poi – forse – un nuovo peggioramento.
Continuate a seguirci per nuovi aggiornamenti…

Commenta


NEWS


MeteoWeb disponibile su App Store

Iscriviti alla Newsletter
Accedi