Influenza: 50.000 italiani a letto, quasi 180.000 casi dall’arrivo del virus stagionale

Cinquantamila italiani colpiti da sindromi influenzali nell’ultima settimana, per un totale di quasi 180 mila casi dall’inizio della sorveglianza. E’ l’ultimo bilancio dei medici sentinella della rete Influnet, relativo al periodo dal 12 al 18 novembre. Per ora “l’andamento della curva epidemica e’ paragonabile a quello delle scorse stagioni influenzali”, recita il bollettino. “L’incidenza delle sindromi influenzali e’ al livello di base, con un valore di 0,83 casi per mille assistiti”. Tradotti in italiani messi a letto dai virus, nella settimana in esame “i casi stimati di sindrome influenzale, rapportati all’intera popolazione italiana, sono circa 50 mila” (50.100 contro i 41.200 della settimana precedente), “per un totale di circa 178 mila casi a partire dall’inizio della sorveglianza Influnet”. Come sempre le ‘vittime’ preferite dei virus influenzali sono i bimbi piu’ piccoli: nella fascia di eta’ 0-4 anni l’incidenza e’ pari a 2,59 casi per mille assistiti; nella fascia 5-14 anni e’ di 0,84 per mille, dai 15 ai 64 anni e’ di 0,77 pm, mentre tra gli over 65 l’incidenza e’ di 0,42 casi per mille. “Nella quarantaseiesima settimana del 2012 – si legge ancora nel report – in tutte le regioni il livello di incidenza e’ ai valori di base”. I medici sentinella tengono a precisare che “l’incidenza osservata in alcune regioni e’ fortemente influenzata dal ristretto numero di medici e pediatri che hanno inviato, al momento, i loro dati. Alcune regioni hanno ritardato l’avvio della sorveglianza”. Per ora, quindi, i dati regione per regione potrebbero non rispecchiare la ‘mappa’ reale dei virus influnzali lungo lo Stivale.