Meteo Sicilia, massima allerta per la tempesta dell’Immacolata: domenica clima gelido e furioso, i dettagli

venerdì 7 dicembre 2012, 10:26 di

La neve non arriverà certo sulle coste, come nell’immagine a corredo dell’articolo (foto d’archivio), che però rende l’idea sul clima che avremo in Sicilia nei prossimi giorni e soprattutto domenica 9 dicembre, il momento “clou” della Tempesta dell’Immacolata che arriverà domani, dopo la breve tregua odierna che segue al tanto forte maltempo dei giorni scorsi. Domenica pomeriggio/sera, infatti, nel momento “clou” di freddo e maltempo, non sono da escludere rovesci di neve tonda fin sulle coste della Sicilia settentrionale, con locali imbiancate tra palermitano e messinese, anche se per gli accumuli bisognerà salire un po sulle colline, a partire dai 300-400 metri di quota. Ma andiamo con ordine e scopriamo tutti i dettagli della forte ondata di freddo e maltempo in arrivo.
Domani sin dalla mattinata a partire dalle zone occidentali dell’isola, su trapanese e palermitano, arriveranno le prime nubi e le prime piogge della “perturbazione n°3″ di questo dicembre eccezionalmente freddo e nevoso, una perturbazione molto intensa che abbiamo soprannominato ‘Tempesta dell’Immacolata‘ perchè per circa 48h porterà condizioni meteorologiche estreme in tutt’Italia, da nord (dove oggi si verificheranno nevicate fin in pianura) a sud. I primi temporali si verificheranno nel pomeriggio/sera nel basso Tirreno, e nella notte arriveranno sulla Sicilia settentrionale provocando nubifragi e acquazzoni. La quota neve inizialmente sarà relegata solo in montagna, oltre i 1.200/1.300 metri, ma in rapido calo fino a 500-600 metri già da domenica mattina, quando il maltempo si intensificherà per l’arrivo di masse d’aria molto fredde a tutte le quote. Secondo gli ultimi aggiornamenti, domenica pomeriggio la Sicilia settentrionale sarà invasa da isoterme di -5°C a 850hPa e -32/-33°C a 500hPa. Con queste condizioni, lo zero termico piomberebbe fino a 600-700 metri di quota, con nevicate abbondanti fin dalle colline con accumuli a partire dai 300-400 metri di quota, e ovviamente anche con rovesci (senza accumulo) nevosi più in basso, fin sulle coste.
Le zone più colpite dal maltempo saranno quelle tirreniche, soprattutto tra palermitano e messinese, ma non mancheranno temporali e nevicate su tutte le zone interne dell’isola, soprattutto nelle aree esposte a nord. Infatti domenica avremo anche impetuosi venti settentrionali che soffieranno da nord/ovest sul trapanese e nel Canale di Sicilia, e da nord (tramontana pura) su tutta la Sicilia settentrionale, con raffiche molto violente, fino a 100km/h, al punto che i mari andranno per l’ennesima volta in burrasca con onde alte fino a più di 5 metri, provocando autentiche bufere tra Madonie, Nebrodi, Peloritani ed Etna. Le temperature crolleranno e lunedì mattina raggiungeranno valori molto molto bassi nelle minime, tutte rigorosamente a una cifra anche su coste e pianure pur senza le condizioni ideali per l’inversione termica, a causa di venti ancora tesi e molte nubi persistenti con precipitazioni residue fino a tutta la mattinata di lunedì. Insomma, sarà una tempesta davvero molto intensa che determinerà una gelida domenica di maltempo furioso. Per seguire la situazione in diretta vi consigliamo le nostre pagine di nowcasting: satellitisituazionefulminazioniradar webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.

Vi invitiamo sulla pagina di Facebook Sicilia dove potrete trovare, ogni giorno, spettacolari fotografie di quella che è una delle isole più belle del mondo, con aggiornamenti, curiosità e novità sempre aggiornate sui vari aspetti Siciliani, dalla natura alla cultura, dall’arte all’ambiente fino alla politica e alle notizie di attualità.

Qui l’indice della Pagina con tutto l’interessantissimo materiale pubblicato nel corso degli anni.

Commenta


NEWS


MeteoWeb disponibile su App Store

Iscriviti alla Newsletter
Accedi