Ambiente, ecco le “eco-idee” per l’Italia: si inizia con il car sharing a Napoli

A Napoli il 12 aprile arriva il ‘car sharing’, con auto elettriche alimentate soprattutto ad energia solare. Il nuovo servizio si chiama ‘Bee’ ed e’ fra gli eco-progetti italiani che partecipano al concorso Ue ”Un mondo come piace a te”, una competizione a caccia di soluzione verdi per la lotta ai cambiamenti climatici, tagliando la bolletta energetica e le emissioni dei trasporti. In palio per i progetti c’e’ una campagna di manifesti promozionali. Fra i primi ad essersi registrati per la gara Ue in Italia c’e un architetto di Vicenza, che pensa di attrezzare i lampioni stradali con il mini-eolico. ”Lavoro da quattro anni a questo progetto”spiega Enrico Dall’Osto, l’architetto promotore. L’idea e’ quella di utilizzare i supporti per il trasporto dell’illuminazione, energia, telefonia, come tralicci, pali, lampioni ai lati delle reti stradali esistenti, per produrre energia. Altro concorrente e’ il progetto ”100 bici per 100 famiglie”, che arriva da un gruppo d’acquisto (Gas) di Casalmaggiore (Cremona) e punta a sostituire con una bici ‘familiare’ l’uso dell’auto per gli spostamenti brevi. Si tratta di bici molto gettonate in Olanda e Danimarca che consentono di trasportare su due ruote la spesa o fino a quattro bambini.