Invia foto, video e segnalazioni a info@meteoweb.it


Filippine: continua a crescere il numero delle vittime del tifone Haiyan

martedì 19 novembre 2013, 16:40 di

Typhoon-Haiyan-2013-EddsE’ salito ancora il numero delle vittime del tifone Haiyan, arrivato oggi a 3.892 persone. I feriti invece sono 18.267 e i dispersi 1.602. Si stima che i danni a proprieta’ e coltivazioni ammontino all’equivalente di 269,12 milioni di dollari. Resta quasi ovunque interrotta l’erogazione di energia elettrica. Da due giorni il presidente Benigno Aquino si trova nelle aree colpite dal tifone, con l’impegno di restarci fino a che avra’ verificato risultati concreti per migliorare le condizioni della popolazione a Tacloban e nei centri maggiormente colpiti. Il presidente ha ammesso che l’intero sistema amministrativo, di controllo e di sicurezza e’ andato in crisi nei giorni immediatamente successivi l’8 novembre. Causa principale, le conseguenze dirette della catastrofe su chi, a livello locale, avrebbe dovuto gestire l’emergenza. Ad esempio, ha sottolineato Aquino, “soltanto 20 agenti di polizia sono stati in grado di presentarsi al comando il giorno dopo il tifone”, una forza non in grado di gestire l’ordine pubblico in una citta’ di 220 mila abitanti. Mentre la distribuzione dei soccorsi va organizzandosi e intensificandosi, a partire dagli aeroporti di Tacloban e Cebu e dai porti di Ormoc e Guiuan, sta diventando sempre piu’ delicata la gestione dei cadaveri, in particolare la loro identificazione, prima dell’interramento in fosse comuni. Sono soltanto tre gli specialisti dell’Universita’ delle Filippine in azione a Tacloban, in grado di definire l’identita’ di non piu’ di 15 vittime al giorno. L’Italia ha finora stanziato un milione di euro per la risposta all’emergenza umanitaria causata dal tifone Hayian che ha colpito le Filippine. La Cooperazione italiana ha gia’ stanziato un contributo di 350.000 euro per l’allestimento di voli umanitari, mentre ha fornito un contributo del valore di 300.000 euro a sostegno del piano di assistenza alimentare del Pam, che l’organismo sta approntando in favore della popolazione vulnerabile filippina, profondamente colpita dal disastro in atto. Il contributo italiano intende finanziare la Special Operation che il Wfp sta predisponendo per fornire assistenza alimentare d’emergenza alle centinaia di migliaia di sfollati, in raccordo con il governo filippino che ha accettato l’offerta di aiuto delle Nazioni Unite. Il contributo multilaterale italiano e’ da intendersi a sostegno del quadro di risposta delle Nazioni Unite, in fase di predisposizione e che, una volta terminate le stime dei bisogni, verra’ formalizzato la prossima settimana con un Flash Appeal per l’emergenza in questione. Nella realizzazione dell’intervento l’Agenzia dovra’ ricorrere, ove possibile, alla collaborazione delle Ong italiane presenti in loco. Tra gli altri interventi previsti, un contributo del valore di 350.000 a sostegno della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezza Luna Rossa (Ficross) per rispondere all’appello di emergenza lanciato dalla Federazione a sostegno delle attivita’ di soccorso condotte dalla Croce Rossa filippina. Il contributo italiano sosterra’ le attivita’ svolte dalla Croce Rossa filippina nelle aree piu’ colpite per la fornitura di assistenza alimentare d’emergenza, beni umanitari, vouchers, sostegno medico e psicologico, acqua, riparo e ripristino dei primi livelli di sostentamento. L’obiettivo e’ dare immediata risposta ai bisogni delle vittime del tifone e fornire loro l’assistenza necessaria. Piu’ di 500.000 famiglie hanno perso la propria casa, soprattutto nelle aree piu’ povere, dove le strutture abitative precarie non hanno retto alle raffiche di vento e alla pioggia. Va infine ricordato che la Cooperazione italiana ha recentemente approvato un contributo di un milione di euro per il rifinanziamento del Central Emergency Response Fund (Cerf), il fondo che consente alle agenzie delle Nazioni Unite di attingere immediatamente a risorse finanziare per attivare la risposta ai di disastri umanitari senza la necessita’ di procedure di autorizzazione da parte dei donatori.

Commenta


NEWS


MeteoWeb disponibile su App Store

Iscriviti alla Newsletter
Accedi