Psicologia: la memoria migliora se c’è la nostra temperatura preferita

NOCI CERVELLO - CopiaLa memoria puo’ essere potenziata regolando la temperatura dell’ambiente in cui lavoriamo come piu’ ci aggrada. Infatti le psicologhe italiane Lorenza Colzato e Roberta Sellaro dell’Universita’ di Leiden (Olanda) hanno scoperto che le persone riescono piu’ facilmente a memorizzare informazioni quando svolgono un compito in una stanza che e’ alla loro temperatura preferita. Regolando come piu’ ci piace la temperatura dell’ambiente in cui siamo, spiega Colzato in anteprima all’Ansa, si stima che memoria e produttivita’ possono aumentare del 10%. Il loro studio e’ pubblicato sulla rivista Psychological Research. ”Gli esseri umani sono fortemente influenzati dal clima e dalla temperatura – spiega Colzato. I pochi studi esistenti suggeriscono che le prestazioni cognitive durante l’esecuzione di compiti complessi sono migliori in ambienti freddi che in ambienti caldi”. Tuttavia Colzato e Sellaro sono state le prime ad indagare se le performance mnemoniche di un individuo possano essere migliorate lavorando alla propria temperatura preferita.