Tanta neve sui monti dell’Atlante algerino, nella città di Setif caduti oltre...

Tanta neve sui monti dell’Atlante algerino, nella città di Setif caduti oltre 10 cm

algeria neve (12)Tanta neve nei giorni scorsi è caduta sul versante settentrionale dell’Atlante Telliano, che fra mercoledì 10 e giovedì 11 ha registrato accumuli, anche abbondanti, fin dagli 800-900 metri di altezza. Come previsto lo scivolamento del “CUT-OFF”, con un nocciolo di aria molto fredda polare marittima sui -32°C, che dal mar delle Baleari si è spinto verso la costa algerina orientale e l’alta Tunisia, ha causato parecchia instabilità, per l’intensificazione del “gradiente termico verticale”. La forte ventilazione, da Nord e N-NO, in uscita dal Rodano, che si è attivata lungo il lato occidentale del giovane “CUT-OFF” ha determinato una marcata instabilità convettiva lungo le coste algerine. Questa vivace instabilità, esaltata dal “forcing” orografico esercitato dagli imponente rilievi dell’Atlante Telliano nei confronti della fredda e umida ventilazione settentrionale ha favorito lo sviluppo di grandi annuvolamenti cumuliformi che sono stati capaci di dare la stura a forti rovesci e persino temporali, con lampi e tuoni, che assumeranno prevalente carattere nevoso sin dalle basse quote. Ciò ha agevolato la formazione di imponenti annuvolamenti cumuliformi responsabili delle precipitazioni convettive sul nord dell’Algeria. Le precipitazioni hanno assunto prevalente carattere nevoso, con tanto di accumuli al suolo, su diverse città e località sopra i 1000 metri di altezza, come Setif e Medea.

algeria neve (6)A Setif il manto nevoso, dopo il passaggio di continui rovesci di neve e temporali, ha raggiunto i 10 cm. Ma tanta neve fresca è caduta a quote più alte, sopra i 1200-1400 metri, dove il manto bianco ha superato i 20 cm. Sulle zone costiere, oltre ai temporali e i rovesci di grandine, si sono verificate importanti mareggiate attivate dai forti venti di mistral che fra martedì 9 e mercoledì 10 Dicembre hanno sferzato il mar delle Baleari e il mar di Sardegna.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...