Vaccini sospetti: “i lotti Fluad incriminati erano sicuri, non c’entrano con le...

Vaccini sospetti: “i lotti Fluad incriminati erano sicuri, non c’entrano con le morti”

fluad Novartis“I vaccini sono sottoposti a moltissimi test” prima di sbarcare sul mercato. Per quanto riguarda la vicenda dei due lotti di antinfluenzale Fluad sospesi in via cautelativa dall’Aifa nelle scorse settimane a seguito della segnalazione di alcune morti sospette, allarme poi rientrato, “abbiamo ricontrollato che i test fossero stati fatti bene. Hanno fatto analisi anche l’Istituto superiore di sanità e l’Aifa. Il vaccino andava benissimo. I 2 lotti” finiti nel mirino “non sono ancora sbloccati perché oltre all’Agenzia del farmaco e all’Iss è intervenuta la magistratura e i tempi sono più lunghi”. Lo spiega oggi a Milano Rino Rappuoli, responsabile mondiale della ricerca Novartis Vaccines and diagnostics, che oggi ha ritirato per l’azienda il Premio Galeno Italia 2014 per il vaccino anti-meningococco B.

Un riconoscimento a un’iniezione scudo, in un periodo non sereno per i vaccini, vittime periodicamente di cali di fiducia da parte dei cittadini. Dopo gli eventi che hanno toccato il Fluad, riflette Rappuoli a margine della cerimonia, “noi non abbiamo ancora dati, ma è probabile che ci sia un calo delle vaccinazioni antinfluenzali, a giudicare dalle diverse stime circolate”. “Mettiamo che questa riduzione sia del 50%: questo vuol dire che, se l’influenza di quest’anno è abbastanza cattiva, potremmo avere un eccesso di mortalità di qualche migliaio di persone, quando arriviamo a gennaio-febbraio con il picco” di casi.

I vaccini, del resto, sottolinea lo scienziato, “sono sempre odiati e amati: rappresentano l’unico rimedio contro malattie terribili che non si potrebbero curare, ma poiché vengono dati a tutti, statisticamente succede che qualcuno abbia problemi di salute. E se prima il paziente si era sottoposto al vaccino si tende a dargli una colpa che non ha. Per assurdo, può succedere che un vaccinato finisca sotto un’auto”. Nel caso del Fluad, conclude Rappuoli, “abbiamo calcolato che viene somministrato a diversi milioni di persone ogni anno. E’ un prodotto fatto per persone anziane e malati cronici. Le statistiche italiane ci dicono che ad agosto, a campagna vaccinale ferma, fra gli over 65 muoiono ogni giorno 137 persone ogni milione per cause naturali come arresti cardiaci. E fra queste ci sono anche persone vaccinate”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...