Caldo, emergenza incendi in Abruzzo: oltre 400 ettari distrutti dalle fiamme

Caldo, emergenza incendi in Abruzzo: oltre 400 ettari distrutti dalle fiamme

LaPresse/Xinhua

Incendi, emergenza in Abruzzo: situazione critica, complice il grande caldo

Oltre 80 ettari in fumo nel Parco nazionale della Majella, almeno 150 di pineta nell’entroterra di Vasto (Chieti), altri cento ettari devastati dalle fiamme nel Pescarese: non danno tregua da ieri gli incendi in Abruzzo dove il fuoco, in qualche caso probabilmente di origine dolosa, e’ alimentato dalle alte temperature e dal vento di scirocco. Sarebbe opera di un piromane l’incendio in atto da ieri sera a Palombaro (Chieti), nei boschi del Parco della Majella, dove da questa mattina sono in azione tre Canadair. Le fiamme si sono pericolosamente avvicinate anche ai territori di Casoli e Fara San Martino (Chieti).

LaPresse/ZumaPress
LaPresse/ZumaPress

Dopo mezzogiorno un altro rogo si e’ sviluppato in localita’ Vallebona, sul fronte opposto all’ incendio principale. “C’e’ il sospetto che in giro ci sia qualcuno che appicca il fuoco – dice il sindaco di Palombaro, Consuelo Di Martino – Per questo ho immediatamente chiesto ai Carabinieri di aumentare la sorveglianza sul territorio”. Canadair in azione anche nelle campagne della provincia Pescara, tra i comuni di Torre de’ Passeri, Castiglione a Casauria e Pietranico. dove le fiamme hanno divorato un centinaio di ettari di sterpaglie e sottobosco, lambendo anche due abitazioni che per precauzione sono state evacuate. E’ stato spento questa mattina, dopo oltre 30 ore di lavoro di Vigili del Fuoco, Forestale e Protezione Civile, l’ultimo focolaio di incendio divampato ieri a Liscia (Chieti). “E’ stata una cosa incredibile e spaventosa” racconta il sindaco, Donato Di Giacomo. Almeno 150 gli ettari di vegetazione distrutti, “compromesso l’intero patrimonio boschivo” prosegue il sindaco secondo il quale le fiamme hanno un’origine dolosa”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...