Lega Italiana Antifumo & Vapitaly insieme per una corretta informazione sanitaria

Lega Italiana Antifumo & Vapitaly insieme per una corretta informazione sanitaria

Verona ospiterà Vapitaly, la fiera italiana dedicata al mondo del vaping

Il 21 e il 22 novembre 2015, Verona ospiterà Vapitaly, la fiera italiana dedicata al mondo del vaping: ma la sigaretta elettronica è davvero un ausilio per prendere le distanze dal tabagismo?

La sigaretta elettronica ha il grande vantaggio di offrire una dose di nicotina senza le sostanze tossiche prodotte dalla combustione del tabacco. Infatti, elimina la parte più dannosa del fumare ed è efficace nella strategia della riduzione dei rischi, migliorando lo stato di salute dei fumatori che decidono di utilizzarla al posto delle sigarette convenzionali. Con il tempo, il vaper può ridurre la concentrazione di nicotina nei liquidi, portandola fino a zero. L’e-cig si caratterizza così come vapore profumato e non come fumo catramoso, posizionandosi quindi come un prodotto lontano dalla sigaretta tradizionale.

«Da quando è scesa in campo la sigaretta elettronica, il tema della pericolosità della nicotina si è riacceso – ha affermato il prof. Riccardo Polosa, responsabile scientifico di LIAF Lega Italiana Antifumo e autore più importante al mondo nel campo della Ricerca applicata alla sigaretta elettronica –  ed è tornato al centro del dibattito scientifico internazionale. Ma la nicotina è relativamente innocua. Non è cancerogena e non provoca danni ai polmoni. Sebbene una parte della comunità scientifica continui a nutrire dubbi, il pericolo nicotina è decisamente sovrastimato. Si tratta di uno psicostimolante di largo consumo e, ai dosaggi assunti comunemente dai fumatori, non è un veleno. La maggior parte dei fumatori fuma per la nicotina, ma muore per gli effetti delle sostanze tossiche liberate dalla combustione del tabacco. Questo è risaputo. A titolo di curiosità, va detto che comuni alimenti presenti nella nostra dieta contengono dosi importanti di nicotina, tra questi ad esempio le patate, i pomodori, i peperoni e soprattutto le melanzane. Non mi pare che si annoverino vittime per eccessiva ingestione di nicotina da melanzane».

La nicotina, composto organico presente nella pianta del tabacco (in particolare nelle foglie), è infatti presente nelle solanacee (famiglia vegetale che comprende melanzane, patate, pomodori, peperoni). Ad esempio, in 10 kg di melanzane è contenuta la stessa dose di nicotina presente in una sigaretta tradizionale.

LIAF sarà presente a Vapitaly con uno stand informativo con tutte le novità nella lotta al fumo e la seconda tappa del progetto VAPE SHOP STUDY, il programma di ricerca e approfondimento che consente ai negozianti di ricevere una formazione adeguata e professionale dedicata al counselling antifumo, di partecipare attivamente alla ricerca e di diventare dei veri e propri promotori di salute. Inoltre il prof. Riccardo Polosa parteciperà come relatore al convegno previsto per sabato 21 novembre e moderato da Nicola Porro.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...