Audi elettriche e iper-tech al CES 2016: schermi tattili, connettività e pilota...

Audi elettriche e iper-tech al CES 2016: schermi tattili, connettività e pilota automatico

La realtà e la fantascienza hanno un confine sempre più sottile, Audi ci sorprende con le sue auto elettriche, che potrebbero essere nostre dal 2018

Iniziamo dicendo che Audi, insieme a BMW e Mercedes, ha completato l’acquisizione delle mappe ad alte risoluzione ‘Nokia Here’ appena il mese scorso, questo vuol dire che qualcosa bolle in pentola. Al CES di Las Vegas che si sta svolgendo in questi giorni, i colossi mondiali delle auto hanno presentato i loro nuovi gioielli, un misto pazzesco di motori e tecnologia all’avanguardia. Le tre parole chiave sono connettività, elettrificazione e guida pilotata, Audi ha mostrato tutti (o quasi) i traguardi che ha raggiunto in questi 3 campi dell’automotive.

Alla fiera della tecnologia più importante del mondo Audi ha esposto un prototipo di modello di interni con ampi schermi Amoled (come quelli usati sulla maggior parte degli smartphone) con feedback aptico integrato, cioè dei display capaci di interagire con l’utente in modo tattile, con delle micro vibrazioni. Proprio dietro tutto questo si nasconde il nuovo intrattenimento di bordo della casa automobilistica, denominato MIB2+ e sempre con un occhio rivolto verso il futuro poiché già per una connessione ad altissima velocità chiamata LTE Advanced.

L’approccio per soddisfare le esigenze sempre più alte dei clienti sta cambiando, sarà l’auto stessa ad “assorbire” informazioni utili direttamente dal conducente (se così potremmo ancora definirlo) per provare a soddisfarle prima ancora che lui possa richiederle.

Audi ha esposto al CES 2016 la e-tron ‘quattro’ concept, il Suv sportivo a propulsione elettrica, che vanta addirittura tre motori, con una potenza complessiva fino a 370 kW, trazione integrale e torque vectoring (cioè la possibilità di trasmettere potenza alle ruote posteriori in base alla necessità, per massimizzare il dinamismo e la stabilità della vettura). La batteria è da 95 kWh e promette un’autonomia di 500 km. L’idea è che nel 2018 queste auto saranno di serie, quindi sarà consuetudine, ad esempio, il pilota automatico per andare a lavoro oppure a fare la spesa.

Il cuore di queste vetture è denominato zFAS, il componente chiave dei futuri sistemi di guida pilotata Audi, che svolge l’attività di controllo centrale ed elabora le migliaia di informazioni che riceve da tutte le telecamere 3D, sensori, scanner laser, e moduli ultrasonici montati sull’automobile.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...