Allerta Meteo: FOCUS sul nuovo peggioramento in arrivo, domani rischio forti temporali sulle regioni tirreniche

Allerta Meteo: nuova perturbazione in avanzamento da ovest, stavolta rischio di fenomeni intensi sulle regioni tirreniche

Nonostante l’allontanamento verso il Montenegro e la Serbia del “CUT-OFF” che nei giorni scorsi ha interessato gran parte delle nostre regioni il tempo fatica a migliorare. Anzi guardando le immagini satellitari odierne è possibile individuare un nuovo peggioramento proveniente da ovest, dal bacino centro-occidentale del Mediterraneo, che domani causerà nuove precipitazioni sparse sui settori tirrenici, anche di carattere temporalesco. Difatti già dalla prossima serata il modesto promontorio anticiclonico “interciclonico” in azione sul bacino centrale del Mediterraneo verrà prontamente eroso dall’avanzata di un nuovo “transiente” in quota, con aria più fredda nella libera troposfera che comincerà ad accendere un po’ di instabilità convettiva, favorendo la nascita e lo sviluppo di diverse “Cellule temporalesche” e di altri sistemi temporaleschi a mesoscala che si svilupperanno sul Tirreno e nella mattinata di domani andranno ad impattare sulle coste della Toscana, Lazio, Campania e pure Calabria tirrenica, scaricando piogge e forti rovesci.

Le piogge previste per oggi dal modello Moloch dell'ISAC-CNR
Le piogge previste per oggi dal modello Moloch dell’ISAC-CNR

Anche in questo caso l’instabilità convettiva, la quale potrebbe risultare anche piuttosto marcata fra il medio e il basso Tirreno, sarà supportata dall’afflusso in quota di aria moderatamente fredda nella media troposfera che determinerà il conseguente inasprimento del “gradiente termico verticale” sulla verticale del Tirreno.

Questo notevolissimo divario termico che si verrà ad originare, fra le masse d’aria fredde in quota legate alla piccola saccatura in quota (“transiente”), e quelle molto più calde e umide stagnanti nei bassi strati, darà luogo a forti moti convettivi (correnti ascensionali molto intense) che costruiranno immensi ammassi nuvolosi cumuliformi (cumulonembi temporaleschi), forieri di rovesci e temporali.

Le piogge previste per domani mattina dal modello Moloch dell'ISAC-CNR
Le piogge previste per domani mattina dal modello Moloch dell’ISAC-CNR

Tali annuvolamenti cumuliformi, espandendosi verso l’alto, favoriranno la genesi di varie “Cellule temporalesche”, o più radi sistemi convettivi a “Multicella”, che verranno sospinti dalle correnti occidentali, attive nella media troposfera, in direzione delle coste della Toscana, Lazio, Campania, Basilicata tirrenica e Calabria, ove localmente nel corso della mattinata e del pomeriggio di domani si potrebbero verificare anche dei fenomeni temporaleschi di forte intensità. Particolare attenzione andrà data ai temporali che dal Tirreno centrale andranno a colpire il Lazio e le coste della Campania, dove il rischio di locali nubifragi sarà molto elevato.

Le piogge previste per domani pomeriggio dal modello Moloch dell'ISAC-CNR
Le piogge previste per domani pomeriggio dal modello Moloch dell’ISAC-CNR

Su queste aree, data la componente piuttosto umida occidentale e l’intenso “gradiente termico verticale”, acuito dall’ulteriore afflusso di aria più fredda in quota, si potranno sviluppare dei sistemi temporaleschi a mesoscala piuttosto attivi che potranno essere ulteriormente rifocillati dalle ancora alte temperature delle acque superficiali del Tirreno centrale, grazie all’immensa quantità di calore latente fornita dalla calda superficie marina. Ecco le pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale: