Ambiente, Galletti: trasferiti 28,5 milioni a 7 regioni per la depurazione delle acque reflue

Per la depurazione delle acque reflue, "il ministero ha adottato uno specifico Piano straordinario di tutela e gestione della risorsa idrica"

Per la depurazione delle acque reflue, “il ministero ha adottato uno specifico Piano straordinario di tutela e gestione della risorsa idrica, con un Fondo di circa 90 milioni di euro nello stato di previsione del dicastero (10 milioni per il 2014, 30 per il 2015 e 50 per il 2016). La ripartizione del Fondo non tiene conto delle Regioni del Mezzogiorno, beneficiarie dei fondi della delibera Cipe 60/2012. Ad oggi risultano trasferiti oltre 28,5 milioni alle Regioni Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Valle d’Aosta e Veneto”. Così il ministro dell’AMBIENTE Gian Luca Galletti sullo in risposta al question time di oggi alla Camera (“Stato assegnazione risorse per interventi discariche abusive e depurazione acque reflue”). “Per Lombardia, Friuli-Venezia Giulia e Liguria il trasferimento ha riguardato anche la quota relativa all’annualità 2016. La Toscana ha in corso il perfezionamento della richiesta di trasferimento. Ad oggi – conclude il ministro – non hanno presentato domanda, a causa della mancata aggiudicazione dei lavori, le Regioni Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Provincia Autonoma di Trento e Umbria“.