Astronomia: Hubble “cattura” una galassia lenticolare, potrebbe celare un buco nero

La protagonista del nuovo ritratto di Hubble è PGC 83677, una galassia di tipo lenticolare

Credit: NASA/ESA/Hubble; acknowledgements: Judy Schmidt (Geckzilla)

Emerge come un faro luminoso dalle pieghe dello spazio profondo e rischiara uno scenario punteggiato da stelle e galassie: la protagonista del nuovo ritratto di Hubble è PGC 83677, una galassia di tipo lenticolare che si trova nella costellazione della Chioma di Berenice, ad una distanza di300 milioni di anni luce dalla Terra.

Per dar vita a questo nuovo ‘ritratto d’autore’, lo storico telescopio NASAESA si è servito dello strumento ACS (Advanced Camera for Surveys) che, in due ‘sedute’ differenti, ha inquadrato la galassia sia alla luce visibile che al vicino infrarosso.

Le lenticolari come PGC sono galassie classificate come intermedie tra quelle ellittiche e quelle a spirale; infatti, come queste ultime hanno una forma a disco, ma non presentano strutture o bracci come le ellittiche.

Tuttavia – spiega l’Agenzia Spaziale Italiana – l’aspetto placido di PGC non deve trarre in inganno. Il suo cuore luminoso è una fonte di raggi X ad alta energia e di luce ultravioletta, due elementi che hanno indotto gli astronomi a ipotizzare che la galassia ospiti un buco nero di notevoli dimensioni.

L’immagine fa parte del Coma Cluster Treasury Survey, una mappatura dell’Ammasso della Chioma (noto anche con il ‘nome in codice’ di Abell 1656), uno dei cluster più ricchi di galassie, in gran parte di forma ellittica.

In piena attività dopo oltre 26 anni nel cosmo, Hubble non ha nessuna intenzione di andare in pensione: ancora per cinque anni, sino al 30 giugno 2021, l’infaticabile artefice di tanti ‘scatti spaziali’ continuerà a fornire materiale alla comunità scientifica e a stupire il grande pubblico degli appassionati.