Fertility day: “iniziativa fondamentale, reazioni isteriche”

“Condividiamo una giornata dedicata alla cura della fertilita’ naturale dell’uomo e della donna, convinti che il sostegno alla naturalita’ della procreazione sia una iniziativa fondamentale nella strategia per la lotta all’inverno demografico che attanaglia la nostra Italia. Le reazioni isteriche e scomposte dei soliti gendarmi del politicamente corretto mettono infatti in luce una cultura contro la maternita’ generosa e responsabile. La denatalita’ – come dimostrano i dati di numerosi altri Paesi Occidentali – non e’ legata infatti solo alla crisi economica ma e’ frutto di un atteggiamento diffuso contro la vita e la famiglia”. Spiega Massimo Gandolfini, presidente del Comitato promotore degli ultimi due Family Day. “Incoraggiamo quindi il ministro della Salute Lorenzin, salvo che la campagna per la fertilita’ rimanga sui binari giusti e non venga piegata – come invece gia’ da piu’ parti viene chiesto in queste ore, anche per bocca di esponenti del governo – verso il solito progetto teso alla promozione dei metodi anticoncezionali e in favore del mercato delle grandi lobby della procreazione assistita. Insomma speriamo che il tutto non sia ridotto ad una spot su come usare la scienza in caso di infertilita’”, prosegue Gandolfini. “Ovviamente il tema della demografia non e’ legato solo alla fertilita’, ci auspichiamo quindi che il governo e ministri competenti varino un piano per dare aiuti concreti alle coppie che desiderano formare una famiglia”, conclude la nota.