“Innovazione culturale come rilancio del territorio”: la visita di Faraone in Sicilia

Innovazione culturale come rilancio del territorio. Sarà questo il filo conduttore del fine settimana del Sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone che domani, sabato 24 settembre 2016, sarà prima a Petralia Sottana, in provincia di Palermo, e poi a Messina. Dopo aver partecipato, alle 9.30 nella piazza centrale di Petralia Sottana, alla commemorazione del magistrato Cesare Terranova, ucciso per mano mafiosa il 25 settembre 1979, Faraone parteciperà agli Stati generali delle scuole di tutti i comuni dell’area Snai (Strategia nazionale aree interne) al Convento dei Padri Riformati. ”La scuola – spiega Faraone – può e deve essere motore dello sviluppo delle aree interne, un principio che deve essere applicato in tutto il Paese per garantire pari opportunità ad ogni territorio”.”In questo senso – evidenzia Faraone – l’area madonita è un esempio delle difficoltà che si vivono nelle zone montane, colpite, soprattutto al Sud, da un progressivo spopolamento e da una emigrazione con conseguente perdita del proprio capitale umano. Dobbiamo abbandonare le vecchie logiche e investire in una rete di scuole che lavorino sinergicamente, valorizzando le peculiarità e le straordinarie ricchezze di questi territori che hanno tanto da offrire. Occorre creare non solo formazione e istruzione ma anche opportunità di lavoro. La Buona Scuola – conclude – ha offerto una grande occasione per intervenire in maniera autonoma in questo senso. Non possiamo lasciarcela scappare per il futuro delle nuove generazioni”. Infine, alle 19, il Sottosegretario sarà a Messina dove parteciperà all’incontro ”Innovare è crescere” nell’ambito della Festa nazionale del Partito democratico dedicata al tema della Pubblica amministrazione e delle innovazioni.