Le Università europee insieme per contribuire alle sfide del Piano Strategico dell’UE sull’Energia

In che modo le Università europee potranno dare il loro contributo alla transizione energetica europea verso una società a basse emissioni di carbonio?

In che modo le Università europee potranno dare il loro contributo alla transizione energetica europea verso una società a basse emissioni di carbonio?

Per discutere di questo tema si terrà a Torino dal 26 al 28 settembre il secondo incontro del Progetto UNI-SET (Universities in the SET-Plan), coordinato da EUA – European University Association. L’evento, ospitato dal Politecnico di Torino, riunisce i rappresentanti delle università europee con il fine di contribuire all’attuazione degli ambiziosi obiettivi dello European Strategic Energy Technology Plan (SET-Plan).

Si tratta del secondo appuntamento di una serie di “Energy Clustering Events”, che si svolgeranno nel 2016 e 2017 per discutere e stimolare lo sviluppo di programmi di ricerca e di formazione innovativi e multidisciplinari in campo energetico. L’obiettivo è quello di mobilitare la comunità universitaria europea per affrontare la “sfida energetica” favorendo lo scambio e la collaborazione tra ricercatori, docenti e sistema socio-economico. Le università hanno infatti un ruolo fondamentale nel creare laureati che possiedano le competenze necessarie e nel far convergere la ricerca su tematiche sempre più multidisciplinari e integrate, in grado di dare risposte ai diversi punti previsti dal Piano.

L’evento di Torino si concentrerà su due aspetti del SET-Plan:

–        Sviluppare e rafforzare i sistemi ad alta efficienza energetica

–        Aumentare la sicurezza nell’uso dell’energia nucleare

L’obiettivo è quello di accordarsi su una “tabella di marcia europea” per le università nei settori dell’efficienza energetica e della sicurezza nucleare, in linea con le linee guida approvate nel corso del primo Clustering Event di Trondheim (Norvegia) del febbraio scorso.

In questo contesto, il Politecnico presenterà il suo approccio alla ricerca e alla formazione nel settore dell’energia e assieme alle altre Università presenterà buone pratiche nel campo della ricerca, innovazione e formazione. Scopo dell’evento è anche quello di promuovere e favorire lo scambio tra le diverse discipline e campi della scienza per sostenere lo sviluppo di nuove idee di ricerca e sviluppare nuovi punti di vista sui diversi argomenti.

La tavola rotonda “The future of Energy Research & Innovation in the Context of the Energy Union and SET-Plan” concluderà l’evento, riunendo i principali attori dei settori ricerca e innovazione legati al mondo dell’energia.