Marina militare, l’Amore per il mare è nella nostra pelle: prevenzione e controlli al primo posto per tutelare gli equipaggi

Presentati i risultati della campagna nazionale di sensibilizzazione “l’Amore per il mare è nella nostra pelle”

Ieri a Roma, presso il circolo ufficiali della Marina, sono stati presentati i risultati della campagna nazionale di sensibilizzazione “l’Amore per il mare è nella nostra pelle”, promossa da SIDeMaST e da SIDAPA in collaborazione con la Marina Militare. La campagna si è sviluppata attraverso sette incontri organizzati presso le principali basi della Marina e ha visto il coinvolgimento di 921 militari over 40, uomini e donne, che si sono sottoposti a screening dermatologici.

Durante il suo intervento Ketty Peris, Professore Ordinario di Dermatologia e Direttore della Clinica Dermatologica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma , ha sottolineato che il dato che emerge dalloscreening “è in linea con quanto recentemente riscontrato in alcuni studi sulla popolazione italiana” sottolineando come sia importante il lavoro d’informazione e prevenzione.

Tale risultato non sorprende dal momento che ai nostri giorni, rispetto ai tempi dei velieri del passato, il personale della Marina vive e lavora all’interno delle navi in locali climatizzati ed in ambienti con standard di vita aderenti alle comuni norme igienico-sanitarie.

Partecipando alla Campagna, la Marina Militare ha potuto dare notevole impulso all’informazione per aumentare la consapevolezza del personale militare e civile sull’importanza di proteggere la pelle e per fare opera di prevenzione attraverso la sensibilizzazione delle categorie a rischio, maggiormente esposte ai raggi Uv, e tramite il ricorso ad una attenta valutazione del rischio espositivo, per mantenerlo entro livelli non nocivi, utilizzando anche dispositivi di protezione individuali.

Unitamente ai controlli medici periodici cui è sottoposto il personale per il mantenimento dell’idoneità al servizio, l’informazione per l’adozione di corretti stili di vita costituisce un cardine della prevenzione e della tutela della salute anche ai fini della riduzione dei rischi relativi ai mutamenti ambientali cui tutti siamo esposti, pertanto iniziative mirate a tal fine saranno sempre accolte dalla Marina con grande interesse.