Milano, arriva la nuova illuminazione a led per le linee della metropolitana

In arrivo 2.500 nuove lampade a led nelle stazioni della M1 e M2 di Milano che consentiranno ogni anno un risparmio di 493mila kWh e la riduzione di emissioni pari a 161 tonnellate di CO2. Questo intervento, previsto da una delibera varata questa mattina dalla giunta guidata dal sindaco Sala, sarà realizzato grazie a un finanziamento del ministero dell’Ambiente e andrà a sostituire l’attuale sistema di illuminazione che risale al periodo 1964-1978 quando la ‘Rossa’ fu costruita. Il progetto, studiato dal Comune con Atm Servizi Spa, riguarderà i mezzanini e le banchine delle stazioni San Babila, Duomo, Cordusio, Cairoli, Cadorna (anche linea 2) ma prevede che, in caso di eventuali economie sulla realizzazione, si possa estendere anche sulle stazioni di Palestro, Lima, Porta Venezia e Conciliazione.

“Questo primo intervento per ammodernare l’illuminazione delle stazioni della metropolitana con la più efficiente e sostenibile tecnologia a Led credo debba rappresentare l’importante capolinea, il prototipo di una collaborazione virtuosa fra Ministero e Comuni”, ha dichiarato Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente. “Una città meno inquinata, una città che produce meno rifiuti, una città più vivibile dal punto di vista ambientale – ha proseguito – passa anche da interventi come questo che il Ministero finanzia e che spingono le realtà locali verso l’innovazione e l’efficienza energetica. E che tutto ciò parta da Milano, cuore dell’Italia proiettata in Europa, acquisisce anche un valore simbolico perché coinvolge l’area che è il motore dello sviluppo del paese e sottolinea l’importanza e il valore di una collaborazione istituzionale che guarda al futuro”

“Siamo molto felici del finanziamento del Ministro dell’Ambiente che ringraziamo”, ha dichiarato Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente. “Milano – ha aggiunto – è già città all’avanguardia nell’utilizzo di lampade a Led avendo scelto di utilizzare questa tecnologia per tutta l’illuminazione pubblica. Con la sostituzione delle attuali lampadine nelle stazioni della metropolitana proseguiamo la nostra strada a favore della sostenibilità ambientale e dell’innovazione”.Il finanziamento del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in attuazione al protocollo d’intesa del 30 dicembre 2015 stipulato fra Ministero e Anci nel quale vengono individuate le misure prioritarie da realizzare nelle città metropolitane sul miglioramento della qualità dell’aria, è stato concesso al progetto del Comune di Milano perché l’utilizzo delle lampade Led, oltre a consentire il contenimento delle emissioni di CO2, hanno una più lunga durata di vita e una minore produzione di rifiuti, una minore manutenzione, un tempo di accensione e riaccensione istantaneo, anche a basse temperature, un’ottima resistenza meccanica agli urti e vibrazioni, sono prive di sfarfallio della luce e la resa cromatica è ottima rispetto alle tradizionali lampade fluorescenti. Gli interventi saranno effettuati a cura di Atm Servizi Spa.

Nel corso della giunta è stato approvata anche la proroga fino al 31 dicembre 2016 del contratto di 33 agenti di Polizia locale assunti con il Protocollo d’intesa su Expo. Questa decisione è stata presa, dopo il nulla osta della Prefettura di Milano, per assicurare un adeguato servizio di Polizia Locale per le attività di controllo dello svolgimento delle operazioni di dismantling delle strutture presenti sul sito di Expo (al momento compiute per l’83%) e per gli eventi aperti al pubblico che si svolgeranno da qui a fine anno sul sito espositivo nell’area Experience.

“In questa fase è importante non perdere personale formato – spiega l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza – e in attesa che si concluda il processo di assorbimento del personale di Polizia Locale soprannumerario delle Province e degli Enti di Area vasta, il Comune lavorerà per potenziare il numero di agenti di polizia locale presenti sul territorio in vista di una loro futura assunzione definitiva”. Inoltre il sindaco Giuseppe Sala ha anche annunciato che la prossima seduta dedicata alle periferie si svolgerà venerdì 21 ottobre nel quartiere di Baggio.