Roma: riparte “Maker Faire”, 100mila euro in palio per il miglior progetto

Conferenze, dibattiti, incontri e molta innovazione al 'Maker FAIRE Rome- The European Edition', la manifestazione giunta alla IV edizione

Conferenze, dibattiti, incontri e molta innovazione al ‘Maker FAIRE Rome- The European Edition‘, la manifestazione giunta alla IV edizione, che si svolgerà dal 14 al 16 ottobre alla Fiera di Roma. Apertura con l”Educational Day’ e l”Opening Conference’, dedicata agli studenti. Da tutta Italia si sono già registrati oltre 15mila studenti di scuole elementari, medie e superiori. Si prosegue, anche in live streaming, con l”Opening Conference – The Future of Everything’ Il pomeriggio, ‘Maker FAIRE Rome – The European Edition’ si apre ufficialmente al grande pubblico e rimarrà in programma fino al 16 ottobre. Da segnalare il 15 ottobre, la cerimonia di premiazione del ‘R.O.M.E. Prize’, il premio da 100mila euro lordi che andrà al miglior progetto maker europeo con il più alto impatto sociale.

Tra i temi ‘dibattuti’ I temi dell’edizione 2016, stampa 3D, IoT – Internet delle cose, education, digital fabrication, innovazione Open Source, robot, new manufacturing, wellness & healthcare. Ogni padiglione è stato pensato con un leitmotiv. ‘Move’, è dedicato ai droni volanti, acquatici e terrestri, ma anche ai mezzi di trasporto dalle biciclette alle soluzioni innovative per la mobilità urbana, e poi i robot e in generale la tecnologia animata. Ospita due grandi voliere e una vasca d’acqua. ‘Life’ è dedicato alla vita in tutte le sue forme, da quella umana con decine di progetti dedicati alla salute, alla qualità della vita e alla disabilità, a quella animale fino a quella vegetale con una vasta area di progetti di agricoltura e giardinaggio.

All’interno del padiglione una zona consacrata all’alimentazione. ‘Interaction’ è votato all’elettronica, alla domotica, ai giochi, alle invenzioni interattive, ma anche a scienza, wearable, arte e musica ‘Fabrication’ invece ospita il futuro della manifattura, con artigiani innovativi, bracci robotici per l’industria, stampanti 3D, macchinari di digital fabrication, progetti di riciclo e riuso. Una dedica alle scuole e ai maker under 20 con ‘Young Makers’. All’interno tutte le attività kids, ovvero decine di workshop rivolti ai più piccoli. Nello spazio ‘Universities’, le università italiane e internazionali portano i progetti di ricerca e quelli dei propri studenti. Eventi e appuntamenti da non perdere saranno organizzati nell’area ‘Food’ con conferenze, laboratori e workshop tutti dedicati al mondo del cibo.

Ci sarà anche ‘OffiCucina’, spazio ibrido tra una cucina e un’officina, in cui saranno organizzati ‘showcase’ a ciclo continuo con il coinvolgimento di 15 talenti internazionali. L’area food sarà animata anche da serre, robotica, cibi del futuro, alghe, sensori, stampanti 3D, nuovi utensili e inconsueti oggetti di design. Elementi che contamineranno la ‘Maker FAIRE’ dando vita, tra innovazione e tradizione, a vere e proprie collisioni tra tecnologia e alimenti. I visitatori dal palato più curioso potranno assaggiare il cibo del futuro cucinato in modo alternativo e rivoluzionario al ‘Food Tech Jungle’, il ristorante del futuro. La manifestazione sarà ulteriormente arricchita dalla presenza di attrazioni di grande impatto visivo ed emotivo. ‘Watly’ per esempio è il primo computer termodinamico al mondo, in grado, attraverso l’energia solare, di purificare l’acqua contaminata fornendo, al tempo stesso, energia e connettività. ‘R1 -Your Personal Humanoid’,è il primo robot specificamente pensato per operare in ambienti domestici e professionali, realizzato dall’IIT – Istituto Italiano di Tecnologia.

R1 è composto per il 50% in plastica, ed è una delle caratteristiche che nei prossimi anni potrà permettere di produrlo a livello industriale con costi accessibili. Inoltre, R1 è unico in due aspetti: nell’essere stato progettato per essere piacevole e sicuro nell’interazione con l’uomo, e nell’essere dotato di un’Intelligenza Artificiale (IA) che si sviluppa in maniera funzionale al suo corpo umanoide, in linea con gli ultimi risultati delle neuroscienze. R1 ha, per esempio, il senso del tatto grazie alla pelle artificiale che gli ricopre le mani e gli avambracci. Artisti e maker si alterneranno sul palco il 15 e il 16 settembre (AdnKronos) – In mostra alla Fiera di Roma anche il simulatore di plancia della fregata multiruolo ‘Carlo Bergamini’ e il bus tecnologico ‘Centro Mobile Informativo’ della Marina Militare. Il simulatore di Plancia è costituito da tre monitor e una poltrona comando dalla quale si può provare a manovrare la fregata ‘Carlo Bergamini’. Il Centro Mobile Informativo è allestito con sette monitor e una postazione a forma piramidale in grado di proiettare ologrammi che riproducono mezzi attualmente impiegati dalla Marina Militare.

L’area Maker Music sarà presente, anche quest’anno, con una proposta di artisti scelti tra i più rappresentativi della nuova scena musicale italiana e maker dedicati a progetti musicali che hanno saputo suscitare l’interesse di sponsor e addetti ai lavori internazionali. Artisti e maker si alterneranno sul palco nelle due giornate di sabato 15 e domenica 16 per sorprendere con le loro performance tanto il pubblico più inesperto quanto quello dei musicofili più attenti.