Salute, ludopatia: un milione di italiani malati di gioco d’azzardo

Nel già nutrito elenco delle dipendenze patologiche, oggi possiamo aggiungere anche la ludopatia

Non solo droghe, alcol e fumo. Nel già nutrito elenco delle dipendenze patologiche, oggi possiamo aggiungere anche la ludopatia e tutte le nuove forme di web-addiction. Fenomeni troppo spesso sottovalutati e che invece rasentano il vero e proprio allarme sociale: nel corso del seminario “Ludopatie e Gioco d`Azzardo Patologico nell’era di internet“, svoltosi presso l`Università La Sapienza di Roma, è emerso che in Italia sono almeno 900mila i malati di gioco d`azzardo, e il trend è in continua crescita. Ma come può un medico riconoscere i primi sintomi dell`insorgere di queste malattie nei pazienti? È questa l`ambiziosa sfida che si pone il “Netflix della Sanità“, proposto dalla piattaforma Consulcesi Club sul provider accreditato ECM Sanità in-Formazione, attraverso il film-formazione “Game over” con il corso FAD (Formazione a Distanza) dal titolo “Le nuove dipendenze: internet ed il gioco d`azzardo patologico” dedicato proprio al delicato tema del gioco d`azzardo.

Il nuovo titolo si va ad aggiungere al già vasto catalogo a disposizione del personale medico, composto da oltre 100 corsi che consentono di rispettare l`obbligo ECM comodamente da casa propria attraverso un`innovativa metodologia didattica che coniuga attualità e rigore scientifico. Rigore garantito anche dalla comprovata esperienza nel settore del responsabile scientifico del corso, il dottor Stefano Lagona, psicologo e psicoterapeuta specializzato nel trattamento delle tossicodipendenze e delle nuove dipendenze. «Felici di ospitare nel nostro catalogo ECM un piccolo gioiello del cinema indipendente che tratta con sensibilità argomenti tanto delicati». Così Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Group.

«Le nuove dipendenze rappresentano una sfida per il mondo medico, e siamo certi che il nostro corso FAD abbinato alla pellicola rappresenterà un prezioso contributo per la lotta contro la ludopatia». “Game over”, diretto da Marco Cervelli e interpretato da Jennifer Mischiati e Antonio Palumbo, offre un triste spaccato di come la ludopatia logori l`esistenza del giocatore e di tutti coloro che lo circondano, familiari in primis. Grazie a tre video-lezioni e ai relativi materiali di approfondimento, il medico sarà in grado di distinguere efficacemente tra vecchie e nuove dipendenze, focalizzandosi sulle new addictions che destano il maggior allarme sociale: la dipendenza da Internet (IAD – Internet Addiction Disorder) e il gioco d`azzardo patologico (GAP). Il corso permetterà l`acquisizione di 4 crediti ECM, necessari per ottemperare all`obbligo formativo, in scadenza il prossimo 31 dicembre.