Il sonnellino pomeridiano dura più di un’ora? Si rischia il diabete di tipo 2

Fare un sonnellino che duri più di un'ora potrebbe essere un sintomo del diabete di tipo 2

Fare un sonnellino che duri più di un’ora potrebbe essere un sintomo del diabete di tipo 2, oppure potrebbe diventarne una conseguenza. La prima delle due teorie, quella del sintomo, è stata avanzata da un gruppo di ricercatori giapponesi dell’Università di Tokyo che ha presentato lo studio nel corso della riunione dell’Associazione europea per lo studio del diabete che si svolge a Monaco. I ricercatori nipponici che hanno analizzato e osservato più di 300mila persone non hanno ancora realizzato trial medici,ma la ricerca ha rilevato che esiste un collegamento tra i pisolini diurni prolungati e l’aumento del 45% del rischio di diabete 2, rispetto a chi non fa neanche un sonnellino.

Il collegamento tra malattia e riposino prolungato sparisce se il riposino dura meno di 40 minuti al giorno. Secondo esperti britannici, che hanno criticato le conclusioni che non danno una certezza della causa-effetto, dormire per più di un’ora durante il giorno può essere una conseguenza di un diabete non diagnosticato. Per Naveed Sattar, professore di medicina metabolica all’Università di Glasgow, non ci sono abbastanza prove che i disturbi del sonno siano legati al diabete. “Potrebbe sembrare, in maniera falsata, che la loro malattia sia stata causata dall’aumento dei pisolini, piuttosto che da altri elementi – ha spiegato dal canto suo un ricercatore dell’Università di Oxford Benjamin Cairnspotrebbe significare che i pisolini causino il diabete o altri disturbi quando potrebbe essere vero soltanto il contrario“.

I ricercatori che negano i risultato dello studio, ancora da pubblicare, ritengono che i pisolini prolungati possano essere il risultato di un sonno notturno disturbato, forse dall’apnea. Questi disordini del sonno possono aumentare il rischio di infarto, ictus, problemi cardiovascolari e altri disturbi metabolici come il diabete di tipo 2. Ma è anche possibile che coloro che sono meno in salute o nella prima fase del diabete possano dormire di più di giorno.