Terremoto, ancora scosse nella notte sull’Appennino Centrale: la più forte di magnitudo 3.2

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 e’ stata registrata alle 3:55 tra Lazio e Marche. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il Sisma ha avuto ipocentro a 10 km di profondita’ ed epicentro 4 km da Accumoli, 5 da Amatrice (Rieti) e 11 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Un’altra scossa di magnitudo 2.5 e’ avvenuta nella stessa zona alle 4:08, mentre una di magnitudo 2.7 e’ stata registrata alle 4:34 tra Norcia (Perugia) e Accumoli; alle 23:45 di ieri una di magnitudo 2.6 tra Castelsantangelo sul Nera (Macerata) e Norcia. Non si hanno segnalazioni di nuovi crolli.

Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 3.1 e’ stata poi registrata alle 5:51 tra Marche, Lazio e Umbria. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il Sisma ha avuto ipocentro a 8 km di profondita’ ed epicentro 7 km da Arquata del Tronto e da Montegallo (Ascoli Piceno). Non si registrano ulteriori crolli.