Terremoto, Coldiretti: primo modulo abitativo per non abbandonare animali

A quasi un mese dalle prime scosse, gli agricoltori e gli allevatori colpiti dal terremoto si ritrovano lunedì nella frazione di Roccapassa di Amatrice per visitare alcune stalle danneggiate

LaPresse/Mario Sabatini

A quasi un mese dalle prime scosse, gli agricoltori e gli allevatori colpiti dal terremoto si ritrovano lunedì nella frazione di Roccapassa di Amatrice per visitare alcune stalle danneggiate. A renderlo noto è la Coldiretti. L’incontro, spiega servirà a fare il punto sull’emergenza nelle campagne con il primo bilancio dei danni, gli effetti della solidarietà, le difficoltà ancora presenti e i problemi risolti. E tra questi c’è, sottolinea la Coldiretti, la consegna del primo modulo abitativo nelle campagne dove, spiega, “a differenza di quanto avviene nelle città, la stragrande maggioranza non può lasciare la propria azienda agricola per continuare ad accudire gli animali“. E da Roccapassa di Amatrice successivamente l’appuntamento è a Sommati dove sarà inaugurata la grande tensostruttura della Coldiretti per la conservazione dei mangimi necessari per garantire l’alimentazione degli animali durante l’inverno nelle aree del sisma. Ad incontrare gli agricoltori e gli allevatori con il presidente nazionale della Coldiretti, Roberto Moncalvo, è prevista anche la presenza dei responsabili istituzionali a livello nazionale e regionale che hanno contribuito all’iniziativa.