Terremoto, Curcio: “Il tempo non permette di stare ancora in tenda”

Terremoto: "C'e' resistenza, ma il tempo, e' evidente, non permette di stare ancora in tenda"

LaPresse/Vincenzo Livieri

“C’e’ resistenza, ma il tempo, e’ evidente, non permette di stare ancora in tenda“. Cosi’ il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, nel fare il punto sulle zone piu’ colpite dal terremoto del 24 agosto scorso, a margine di una riunione congiunta, in Prefettura all’Aquila, dei comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica dell’ Aquila e Teramo. “Si sta verificando la fase di assistenza nei campi, c’e’ da tempo l’impegno per liberare le zone attendate, ovviamente nel rispetto delle volonta’ dei cittadini che ancora hanno difficolta’ a muoversi dal territorio – spiega ancora Curcio – Le soluzioni per gli sfollati sono quelle note: il contributo di autonoma sistemazione (Cas), gli alberghi, l’aumento delle verifiche di agibilita’“.