Terremoto Italia centrale: due PASS-Posti di Assistenza Socio Sanitaria per Amatrice e Accumuli

La Regione Lazio ha chiesto al Dipartimento della protezione civile l’installazione di due Posti di Assistenza Socio Sanitaria-PASS

LaPresse/Stefano Costantino

Terminata la prima fase dell’emergenza, quella dedicata alla ricerca e al soccorso, i PMA – Posti Medici Avanzati allestiti per soccorrere le persone rimaste gravemente ferite nel terremoto sono stati smobilitati. Al loro posto, nei comuni di Amatrice ed Accumuli, la Regione Lazio ha chiesto al Dipartimento della protezione civile l’installazione di due Posti di Assistenza Socio Sanitaria-PASS, strutture sanitarie campali di nuova generazione che hanno lo scopo di rendere nuovamente operativo il servizio sanitario del territorio. Nelle strutture, che di fatto sono poli-ambulatori campali, operano medici e operatori sanitari locali, come medici di base, pediatri, psicologi e assistenti sociali.

In particolare, ad Amatrice, il PASS, che è in via di allestimento, è stato messo a disposizione dalla colonna mobile della Regione Lazio e si trova nell’area dell’Istituto Don Minozzi. Ad Accumuli, la struttura campale è già operativa al km129 della Salaria ed è stata resa disponibile dall’organizzazione di volontariato nazionale Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. Nelle due aree, saranno a breve operativi anche due container farmacia, che saranno gestiti da farmacisti locali. Per facilitare la popolazione nel raggiungere i PASS, la Regione Lazio ha predisposto un servizio di navette, gestito da organizzazioni di volontariato.

Per le emergenze di sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare è stato istituito ieri un help desk a cui i cittadini possono rivolgersi per fare domande o segnalare la scomparsa o il ritrovamento di animali.