Terremoto: prosegue lo ‘svuotamento’ delle tende allestite nei centri della città colpite

In aumento ovunque le richieste di sopralluoghi per edifici pubblici e privati nei luoghi colpiti dal terremoto

LaPresse/Vincenzo Livieri

Nonostante le scosse di terremoto registrate la scorsa notte, tra cui uno di magnitudo 4.1, avvertita ad Arquata del Tronto e Ascoli Piceno, e altre nella zona di Norcia (Perugia) e Castelsantangelo sul Nera (Macerata), prosegue lo ‘svuotamento’ delle tende allestite nei centri della citta’ marchigiane danneggiate dal Sisma: secondo la protezione civile hanno dormito nelle tende solo 995 persone. Si sta smantellando la tendopoli di Pescara del Tronto, ma paradossalmente il numero delle tende e’ leggermente aumentate (oggi sono 324) perche’ sono state installate altre tende isolate nel territorio di Acquasanta Terme. Diminuisce anche il numero di pasti erogati e dei volontari presenti. In aumento ovunque le richieste di sopralluoghi per edifici pubblici e privati.