Terremoto, il Sindaco di Ascoli: “esonero dai vincoli di finanza pubblica per i Comuni colpiti dal sisma”

Ascoli Piceno

Il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli ha partecipato oggi a Palazzo Chigi al confronto tra Anci e governo, rappresentato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio De Vincenti. “Ho formulato alcune proposte per la redazione del secondo decreto sull’emergenza terremoto- sottolinea Castelli-. Si rende necessario, in particolare, l’esonero dai vincoli di finanza pubblica per i Comuni che hanno subito danni dal sisma”. Esattamente come e’ accaduto per il terremoto dell’Emilia del 2012 anche per comuni piuttosto lontani dal cratere del terremoto, come ad esempio Mantova e Ferrara. “Sarebbe paradossale- aggiunge Castelli- che i grandi sforzi economici che il nostro Comune ha dovuto affrontare per la messa in sicurezza delle scuole e dei palazzi pubblici dovessero determinare una sanzione da parte del ministero dell’Economia perche’ contrari al patto di stabilita’- evidenzia il primo cittadino ascolano-. Confido in Errani che domani mattina sara’ ad Ascoli Piceno per un incontro in Prefettura. Sapremo far valere le nostre ragioni: noi non molliamo”.