Terremoto: Standard&Poor’s prevede impatto “basso” su comparto assicurativo

LaPresse/Mario Sabatini

Secondo Standard&Poor’s il terremoto in Centro Italia non avra’ particolari conseguenze sul comparto assicurativo italiano. In un rapporto dal titolo “I costi del terremoto cadranno piu’ sul Governo che sugli assicuratori”, S&P sostiene di attendersi che a causa del terremoto “il settore assicurativo interno dovra’ far fronte a costi relativamente bassi”. “Dato che in Italia il comparto delle assicurazioni sulla proprieta’ inon e’ particolarmente ben sviluppato, il costo della ricostruzione ricadra’ principalmente sul Governo”. Per S&P, i costi della ricostruzione per il terremoto in provincia di Rieti saranno piu’ contenuti rispetto ai costi per i due terremoti precedenti del 2009 e del 2012.