Il futuro si mette in mostra: al via Maker Faire Rome

Al via a Roma il più grande evento europeo dedicato all'innovazione digitale: dal 14 al 16 ottobre torma Maker Faire

Al via a Roma il più grande evento europeo dedicato all’innovazione digitale: dal 14 al 16 ottobre Maker Faire raccoglierà quasi mille progetti di espositori da tutto il mondo, workshop, divertimenti per adulti e bambini, istallazioni, presentazione di nuovi prodotti ma anche moltissimi ospiti internazionali. Dai guru dell’innovazione come da Neil Gershenfeld, dell’Istituto di Tecnologia del Massachusetts (Mit), e Massimo Banzi, cofondatore di Arduino e co-curatore della Maker, ospiti della conferenza di apertura che sara’ trasmessa in streaming sul canale Scienza e Tecnica di ANSA, fino al ‘mythbuster‘ Grant Imahara. Giunta alla sua quarta edizione la Maker Faire Rome quest’anno si presenta in un formato maxi, a aprtire dagli spazi, con gli x padiglioni della Fiera di Roma, e 700 progetti esposti. Si parte venerdi’ 14 alle 9.00 con l’apertura riservata solo alla scuole e l’evento di apertura, alle 11.00, con la conferenza di apertura ‘The future of everything‘.

Sabato ci sarà uno dei momenti piu’ attesi, dalle 16,00 in diretta streaming sul sito dell’ANSA, con il Rome Prize, dove sara’ selezionato il miglior progetto maker con il piu’ alto impatto sociale e che si aggiudichera’ il premio da 100 mila euro. Con 55mila metri quadri di area espositiva la Maker Faire si articolera’ in vari padiglioni tematici, dal cibo del futuro al mondo dei droni fino alla grande area kids capace di ospitare attivita’ didattiche per 12mila bambini. Ospiti alla prossima Maker Faire non saranno solo maker e appassionati di tecnologia ma anche 40 tra universita’ e centri di ricerca, tra cui il Consigli Nazionale delle Ricerche (Cnr), la Sapienza di Roma e decine di scuole da tutt’Italia che esporranno progetti e prototipi sviluppati dai ragazzi, come il robot batterista o la prima stampante in braille open source.