Missione Exomars, il ministro Giannini: “dobbiamo essere orgogliosi a prescindere dal segnale del lander”

Missione Exomars, le parole del ministro Giannini dopo una giornata di grande trepidazione

LaPresse/Vincenzo Livieri

Nell’attesa di avere i dati definitivi sull’arrivo del lander Schiaparelli sulla superficie di Marte, quello di oggi e’ giorno di orgoglio per il paese, delle tante donne e uomini che hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo. Lo ha detto il ministro per l’ Universita’, Istruzione e Ricerca, Stefania Giannini, a margine dell’evento organizzato a Roma per seguire l’arrivo su Marte della missione organizzata dalle agenzia spaziali europea (Esa) e russa (Roscomos). “Nell’attesa di avere ulteriori informazioni sul lander della missione ExoMars – ha detto il ministro – dobbiamo essere orgogliosi per la missione“. I dati della discesa del lander (di cui si e’ perso il segnale un minuto prima di toccare il suolo) arriveranno solo nelle prossime ore, ma una parte della missione, quella che ha portato la sonda Tgo nell’orbita marziana, si e’ conclusa nel migliore dei modi. “E’ comunque successo – ha aggiunto – ed e’ stato possibile grazie alla persone che vi lavorano, ricercatrici e ricercatori italiani, e all’intera filiera che va dal mondo della ricerca a quello dell’industria. Il nostro Paese ha creduto nello spazio da sempre, ora ci troviamo ad avere un ruolo da protagonista di cui dobbiamo essere orgogliosi“.