Reggio Calabria capitale dell’allergologia: dal 19 al 22 Ottobre il VI Congresso Nazionale

Il Congresso,che si svolgerà a Reggio Calabria, tratterà soprattutto di allergia alimentare, respiratoria e da farmaci

Reggio Calabria si prepara ad essere per quattro giorni la capitale dell’allergologia. Infatti dal 19 al 22 ottobre si svolgerà presso il Palazzo del Consiglio Regionale il Congresso Nazionale dell’AAIITO, Associazione degli Allergologi e Immunologi Territoriali e Ospedalieri Italiani.

“Uno degli obiettivi principali di questo Congresso e della stessa Associazione – dichiara Antonino Musarra, Presidente eletto dell’AAIITO – è rappresentato da un aggiornamento scientifico di alto livello dei suoi soci che nel corso di questo Congresso riporterà sui principali aspetti innovativi relativi alla diagnostica e alla terapia delle malattie allergiche, con particolare riferimento ai gravi quadri di allergia alimentare, respiratoria e da farmaci. E di innovazioni in questo settore ce ne sono parecchie, tutte orientate verso una “medicina di precisione” che cerca di costruire per il singolo paziente il suo specifico percorso diagnostico-terapeutico”.

“Al contempo con questo appuntamento si vuole contribuire ad una sempre maggiore informazione, chiarezza e consapevolezza su tutto ciò che, a ragione o meno, viene considerato espressione di una qualche forma di allergia. Paradossalmente ci troviamo di fronte ad un fenomeno – prosegue Musarra – certamente in crescita ma la cui percezione tra la popolazione generale è di gran lunga superiore in situazioni nelle quali le cause non sono allergiche e di sottostima quando invece la natura del problema è proprio un disordine immunologico. Oggi l’allergologia presenta quadri sempre più complessi, che necessitano di elevati livelli di competenza specialistica e di indagini sempre più raffinate e precise. La figura dell’allergologo moderno è ben diversa da quella a cui si era abituati a pensare, il cui lavoro si limitava alla semplice esecuzione ed interpretazione delle richiestissime “prove allergiche”.

“L’AAIITO è impegnata – aggiunge Beatrice Bilò, Presidente AAIITO – e lo sarà ancora di più nei prossimi anni attraverso tutti gli strumenti di interlocuzione e di informazione mediata, nella tutela del paziente allergico, della specialità allergologica e dello specialista che la rappresenta in quanto unica figura con le specifiche competenze per la gestione di tali patologie. Questo peraltro è stato recentemente avvalorato dalle decisioni del Ministero della Salute che ha attribuito l’esecuzione o la prescrizione di specifiche prestazioni unicamente allo specialista allergologo.”

“Da questo Congresso nasce l’impegno dell’AAIITO con i giovani e per i giovani specialisti – prosegue la dr.ssa Bilò – L’impegno di fornire non solo un aggiornamento scientifico, ma anche una formazione “sul campo” in strutture ospedaliere e territoriali, requisito indispensabile per diventare specialisti completi. E un patto per il futuro dell’Allergologia a garanzia di continuità, per creare nuove opportunità lavorative e sensibilizzare sulla necessità di impiego di queste fondamentali risorse nel Sistema Sanitario, per rispondere adeguatamente alle richieste di assistenza di circa un quarto della popolazione”.