Ricerca, Issnaf : 6 italiani premiati a Washington per studi in Nord America

6 giovani talenti italiani premiati a Washington da Issnaf, Fondazione che riunisce 4 mila scienziati italiani che lavorano in Nordamerica

Leucemie, diabete, tumori, edilizia sostenibile, acceleratori di protoni, nascita dei pianeti: sono i campi di RICERCA a cui hanno dedicato i loro studi 6 giovani talenti italiani premiati a Washington da Issnaf, Fondazione che riunisce 4 mila scienziati italiani che lavorano in Nordamerica. Sei cervelli – età dai 30 ai 40 anni – che con il loro lavoro si sono fatti strada in università e centri di RICERCA in Usa e Canada e “fanno grande il nome del nostro Paese”, spiegano i promotori dei riconoscimenti in una nota. I premi sono stati consegnati martedì 18 ottobre all’Ambasciata italiana a Washington: Ilaria Iacobucci si è aggiudicata il Paola Campese Award for research in leukemias; a Gaetano Santulli e Silvia Balbo, ex aequo, è andato il premio ‘Hogan Lovells Award in Medicine, Biosciences and Cognitive Science’; Umberto Berardi è il vincitore del Franco Strazzabosco Award for Engineers; a Patrizio Antici è stato assegnato l’AnnaMaria Molteni Award in Mathematics and Physics; Andrea Isella ha meritato lo Young Investigators Award in Environmental Sciences, Astrophysics and Chemistry.

“Nella scienza i confini non hanno futuro e le reti di collaborazione, di cui Issnaf è un esempio, sono infrastrutture immateriali che sempre più rappresentano un valore aggiunto – dichiara il presidente della Fondazione, Vito M. Campese – Ci fa particolare piacere aver dato spazio a Human Technopole che Issnaf considera un ottimo progetto, che può rappresentare il primo di una serie di progetti che l’Italia mette in campo per attirare italiani che sono ora all’estero e permettere loro di riportare nel loro Paese la conoscenza che hanno sviluppato in tanti anni di lavoro, oltre che attrarre ricercatori stranieri”. Il nuovo polo, che secondo i piani sorgerà nell’area che ha ospitato l’Expo a Milano, è stato presentato alla platea statunitense da Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia, in occasione dell’evento annuale di Issnaf – con il titolo ‘Innovation through science’ – che si è tenuto lunedì 17 e martedì 18 ottobre.

“La comunità scientifica italiana negli Stati Uniti – commenta l’ambasciatore dell’Italia negli Usa Armando Varricchio – costituita da professionisti di altissimo valore, contribuisce in maniera determinante a rafforzare la cooperazione tra Italia e Stati Uniti in un settore strategico dei rapporti bilaterali. L’attività di networking assicurata da Issnaf offre opportunità concrete per approfondire questa collaborazione e svilupparla ulteriormente”.