Si è spenta a 111 anni la donna più anziana della Calabria

Maria Antonia Zuccalà, la donna più anziana della Calabria, si è spenta a 111 anni

Morire a sette mesi esatti dal fatidico numero 112, quasi a chiudere il ciclo della vita in maniera “cadenzata e geometrica”, e ad una veneranda età di ben 111 anni è una singolarissima “coincidenza” che è stata riservata a Maria Antonia Zuccalà.
Maria Antonia Zuccalà, la donna più anziana della Calabria, è nata a Polistena in Provincia di Reggio Calabria il 15 marzo 1905, nella fiorente età giolittiana quando la lira faceva aggio sull’oro. Prima di tanti figli non ha potuto studiare per le grandi difficoltà economiche del tempo.
Testimone oculare degli orrori e delle persecuzioni della Prima e della Seconda Guerra Mondiale riesce a salvarsi anche se durante quegli anni vede morire tante persone a lei care.
Una vita passata tra la preghiera e gli affetti di famiglia mai recisi veramente, mai un vizio, pasti leggeri accompagnati da un solo bicchiere di vino al giorno l’hanno portata a trascorrere i decenni senza mai una seria e compromettente patologia.
Passa tutta la sua lunga ed intensa vita nella sua Polistena, senza mai allontanarsene se non per brevissimi periodi.
Nel 2012, tramite una nipote si rivolge all’Associazione Agitalia per il rimborso di alcuni buoni postali fruttiferi rinvenuti in un vecchio cassetto.
Si è spenta serenamente sabato 15 ottobre, circondata dall’affetto di tutti gli abitanti di Polistena che hanno imparato a conoscerla e ad amarla.