Terremoto Centro Italia: dal 24 agosto oltre 16800 eventi in un’area che si estende per circa 40 km

Al momento la Rete Sismica Nazionale dell’INGV ha localizzato complessivamente oltre 16800 scosse di terremoto

La mappa della sequenza sismica dal 24 agosto 2016 al 19 ottobre 2016 (ore 15.00)

La sequenza sismica in Italia centrale, iniziata con l’evento di magnitudo Mw 6.0 del 24 agosto alle ore 03:36, è ancora in pieno svolgimento, pur con un numero minore di repliche (aftershocks) rispetto alle prime settimane. Al momento la Rete Sismica Nazionale dell’INGV ha localizzato complessivamente oltre 16800 eventi, in un’area che si estende per circa 40 chilometri in direzione NNO-SSE lungo la catena appenninica: sono 15 i terremoti localizzati di magnitudo compresa tra 4 e 5, 250 quelli di magnitudo compresa tra 3 e 4, e uno di magnitudo maggiore di 5, oltre naturalmente a quello principale di magnitudo 6.0 del 24 agosto.

Andamento temporale della sequenza sismica dal 24 agosto al 19 ottobre con l’indicazione del numero giornaliero di terremoti nelle diverse classi di magnitudo (a sinistra) e con la cumulativa del numero di terremoti (a destra)
Andamento temporale della sequenza sismica dal 24 agosto al 19 ottobre con l’indicazione del numero giornaliero di terremoti nelle diverse classi di magnitudo (a sinistra) e con la cumulativa del numero di terremoti (a destra)

L’ultimo evento di magnitudo uguale o maggiore di 4.0 si è verificato domenica mattina, 16 ottobre, alle ore 11:32 (magnitudo ML 4.1) con epicentro in provincia di Perugia, a 8 chilometri da Norcia, dopo circa 40 giorni dagli ultimi eventi che avevano superato magnitudo 4 (quelli del 3 settembre alle ore 03:34 e 12:18).