Tosse: i rimedi naturali per contrastare questo fastidioso disturbo autunnale

La tosse è un fastidioso disturbo che si ripresenta, puntualmente, in autunno. Ecco i rimedi naturali per contrastarla

Che sia grassa o secca, insistente o periodica, la tosse è un fastidioso disturbo che si ripresenta, puntualmente, in autunno. Si tratta di un meccanismo di difesa, adottato dall’organismo per evitare che sostanze estranee o microrganismi potenzialmente dannosi, entrati accidentalmente nella trachea, arrivino sino ai polmoni, creando seri problemi.

Tra le cause più comuni della tosse: infiammazioni che coinvolgono le prime vie aeree (laringite, faringite). A scatenare il riflesso della tosse può essere anche l’ingresso nell’albero respiratorio di particelle estranee di varia dimensione (particolato atmosferico, batteri, frammenti di cibo o materiale inerte, ecc.), gas irritanti (smog, fumo, esalazioni chimiche, prodotti spray, ecc.) oppure liquidi (goccioline, vapore, aerosol, ecc.).

TOSSEAltre comuni cause della tosse sono l’accumulo di muco nelle vie aeree superiori (in particolare nei bronchi) indotto da infezioni respiratorie o dall’abitudine al fumo e l’azione irritante degli acidi gastrici che riescono a risalire l’esofago e ad arrivare fino all’ingresso della trachea a causa del reflusso gastroesofageo. Esistono, poi, forme di tosse cronica persistente associate a patologie respiratorie, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e l’asma, o all’assunzione di alcuni farmaci, come ad esempio gli ACE-inibitori usati per il trattamento dell’ipertensione. La liquirizia, consigliata contro la tosse già da Ippocrate, deve le sue proprietà antinfiammatorie e protettive delle mucose della gola e dell’apparato digerente all’acido glicirrizico contenuto nelle sue radici. Preziosi per molti, gli estratti, le compresse e gli sciroppi a base di liquirizia vanno però sconsigliati agli ipertesi, a chi è predisposto alla ritenzione idrica o soffre di squilibri elettrolitici (in particolare ipopotassiemia cronica) o glaucoma.

LIQUIRIZIAFra i rimedi fitoterapici più efficaci per contrastare la tosse secca irritativa troviamo l’altea, grazie alle sue proprietà lenitive, idratanti ed emollienti, mentolo ed eucaliptolo, spesso aggiunti anche a sciroppi, pastiglie da sciogliere in bocca e unguenti balsamici. Un rimedio antico e sempre valido è lo sciroppo di miele, ottenuto riscaldando in un pentolino il succo di un limone, aggiungendo poi un cucchiaio di olio di semi di girasole e mezzo bicchiere di miele. Lo sciroppo così ottenuto va messo in vasetti sterilizzati, tenuto in frigo, consumandone 1-2 cucchiaini al bisogno.

MALVAPer preparare un efficace infuso di timo, invece, è sufficiente portare ad ebollizione 250 ml di acqua, aggiungendo un cucchiaino di timo essiccato e tritato. Il tutto va lasciato a riposo per un quarto d’ora per poi essere filtrato e bevuto una volta al giorno. Se la tosse è accompagnata al mal di gola, occorre, invece, effettuare gargarismi. Anche l’infuso di malva è un valido alleato con la tosse: il procedimento è lo stesso dell’infuso di timo, portando ad ebollizione un litro d’acqua, con l’aggiunta di 25 grammi di malva essiccata.

SUFFUMIGIDavvero efficace il rimedio naturale basato su semplice sale da cucina e acqua.  E’ sufficiente mescolare in parti uguali il sale nell’acqua sino al suo completo scioglimento, per poi effettuare gargarismi, risciacquando al termine dell’operazione. Per lenire la tosse un valido rimedio naturale è l’uso del vapore. Per preparare questo rimedio è sufficiente portare ad ebollizione una quantità d’acqua sufficiente a riempire una mezza ciotola, aggiungendo qualche goccia di olio essenziale d’eucalipto. Chinate il capo sulla ciotola, il più possibile vicino all’acqua che emana vapore, coprendolo con un asciugamano e respirate profondamente. Ripetete quest’operazione per 2-3 volte al giorno e per un tempo massimo di 5 minuti a volta.