Vaccini, Rezza stronca “Vaxxed”: “è come Guerre Stellari, solo fantascienza senza alcuna base scientifica”

Il film Vaxxed? Come Guerre Stellari, non ha alcuna base scientifica“. Non usa mezzi termini Giovanni Rezza, capo del dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanita’, nel commentare il film di Andrew Wakefield proiettato oggi a Roma che ripropone la teoria, piu’ volte smentita dagli scienziati, del legame tra autismo e vaccino trivalente. “E’ un film di fantasia, anzi peggio – aggiunge Rezzaperche’ questa teoria si basa su uno studio fatto da Wakefield e pubblicato su Lancet ma poi ritrattato perche’ l’autore era in chiaro conflitto di interessi, cosa che gli e’ costata anche la radiazione da parte dell’ordine dei medici in Gran Bretagna“. La tesi centrale del film e’ il presunto occultamento di dati da parte del Cdc di Atlanta in uno studio del 2004, rivelato da William Thompson, ricercatore dello stesso centro statunitense.

VaxxedDai dati occultati emergerebbe, solo per i bambini maschi afroamericani, appunto un legame tra vaccino e aumento dei casi di autismo. Il Cdc ha smentito la presunta rivelazione, affermando fra le altre cose che non e’ mai stata fatta nella ricerca del 2004 una distinzione per razze fra i bambini studiati, ma solo tra le tipologie di certificati di nascita. “Tantissimi studi, metanalisi, perfino una ricerca della Cochrane Library, che notoriamente non e’ tenera con la scienza ‘ufficiale’, hanno smentito che ci sia questo legame – sottolinea Rezzaricerche su decine di migliaia di bambini non hanno trovato nulla. Ormai non si sa piu’ come dirlo, non c’e’ nessuna evidenza scientifica del legame. Ovviamente non si puo’ impedire che vengano proiettati film come questo, ma bisogna tenere presente che un calo delle coperture vaccinali e’ molto pericoloso. Non vorrei che qualcuno vedendolo si lasciasse condizionare da tesi che non hanno nessuna credibilita’ scientifica“.