Bilancio molto positivo per la prima edizione del “Mese del diabete del cane e del gatto”

Per la prima volta si è costituito un fronte comune per combattere la disinformazione sul diabete a 360°

Quasi 500 incontri informativi per i proprietari di cani e gatti organizzati in tutta Italia dai Medici Veterinari. Con quest’ottimo risultato si chiude la prima edizione del “Mese del diabete del cane e del gatto” patrocinata da FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani) e ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani), con il contributo non condizionante di MSD Animal Health.

L’iniziativa veterinaria quest’anno si è affiancata alla campagna “Occhio al diabete”, promossa ogni anno da Diabete Italia onlus in occasione della Giornata Mondiale del Diabete, per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa grave patologia che colpisce quasi con le stesse modalità sia l’uomo, sia cane e gatto.

Per la prima volta, dunque, si è costituito un fronte comune per combattere la disinformazione sul diabete a 360°.

Il concetto di One Health è oggi realtà: la salute di uomini, animali e ambiente è profondamente intrecciata e, dunque, la medicina preventiva non può non coinvolgere sia l’uomo, sia gli animali” spiega la dottoressa Carla Bernasconi, Medico Veterinario e vice presidente della FNOVI. “Associare diabete umano e diabete del cane e del gatto” spiega” spinge i proprietari a confrontare i problemi di salute degli amici a quattro zampe con il proprio vissuto e/o quello di un familiare con conseguenze positive. Anzitutto è garantita una maggiore attenzione ai sintomi e al consiglio del veternirario, in secondo luogo ne consegue una migliore aderenza terapeutica”.

Da Nord a Sud i proprietari hanno preso parte a incontri informativi che hanno stretto l’obiettivo sia sui sintomi associati al diabete, sia sulla diagnosi e le terapie.

“I Medici Veterinari hanno accolto con favore quest’iniziativa” interviene il dottor Marco Melosi, presidente ANMVI. “Come per il diabete dell’uomo, anche in ambito veterinario prevenzione e gestione della patologia passano dall’informazione. Informazione che, in questo caso, coinvolge i proprietari: a loro è affidato il compito di proteggere la salute del proprio animale. Speriamo che questa collaborazione possa ripetersi negli anni affinché il mese della prevenzione del diabete del cane e del gatto possa diventare un appuntamento fisso e l’attenzione alla prevenzione parte della quotidianità di chi possiede un pet”.

“Anche per i nostri animali è importante mantenere uno “stile di vita” sano partendo da alimentazione, esercizio fisico e controlli medici regolari in tutte le fasi della vita” continua la dottoressa Bernasconi; “il veterinario di fiducia è l’interlocutore competente per programmare screening mirati. Il progresso delle conoscenze scientifiche ci avvicina sempre più alla medicina preventiva personalizzata che coinvolge lo stile di vita, i trattamenti antiparassitari e i protocolli vaccinali”.

“Siamo lieti di aver sostenuto questa iniziativa e soddisfatti dell’entusiasmo con il quale i Medici Veterinari hanno aderito – conclude Paolo Sani, Direttore Generale di MSD Animal Health. Fino agli ultimi giorni del mese abbiamo visto Medici Veterinari organizzare incontri informativi su tutto il territorio nazionale; inoltre molti incontri si sono svolti in maniera integrata con la trattazione del tema del diabete sia da parte di diabetologi sia dei veterinari per promuovere la cultura One Health. MSD Animal Health è da anni impegnata nel sostenere questa cultura a favore del benessere e della salute umana e degli animali”.