Energia: in Finlandia meno carbone e petrolio, più e-mobility

Per contribuire a tagliare le emissioni di gas serra il governo finlandese ha annunciato che eliminerà gradualmente il carbone e ridurrà il petrolio

Per contribuire a tagliare le emissioni di gas serra il governo finlandese ha annunciato che entro 14 anni eliminerà gradualmente il carbone, diminuira’ della meta’ le importazioni di petrolio e aumentera’ sostanzialmente il numero delle automobili elettriche sulle strade. Tali obiettivi sono esplicitati nel rapporto Energy and Climate Strategy for 2030 and beyond. Il Piano energetico del Paese nordico prevede che la Finlandia possa diventare carbon neutral entro il 2050 e parimenti sostituire le fonti energetiche tradizionali con le rinnovabili. In tale prospettiva la Finlandia ha gia’ fatto significativi passi in avanti: le fonti rinnovabili rappresentavano nel 2015 il 40 per cento dei consumi globali di ENERGIA e raggiungeranno entro il 2030 il 47 per cento, valore non distante dall’obiettivo finale del 50 per cento previsto dal Piano governativo. Tra le fonti green prevale attualmente l’idroelettrico, che fornisce un quarto della generazione complessiva (in TWh). Ma e’ il nucleare – con il 34 per cento di quota mercato – ad essere, attualmente, la fonte di riferimento (gia’ di suo carbon neutral). Carbone e gas naturale garantiscono un apporto pari all’8 per cento ciascuno.