Il fascino di Copenaghen tra mercatini natalizi e incantevoli monumenti storici

Copenaghen, in Danimarca, è una città fiabesca, ancor più d’inverno, durante il periodo natalizio, quando ai suoi spettacolari monumenti storici si aggiungono lucine colore, addobbi, elfi, folletti e celebri mercatini. Ecco cosa visitare

Siamo in Danimarca, a Copenaghen, una città fiabesca, ancor più d’inverno, durante il periodo natalizio, quando, allo stile architettonico dei suoi palazzi, alle casette colorate, agli incantevoli vicoli, si aggiungono lucine colorate, addobbi, mercatini, elfi, folletti, musiche che riempiono la gioia e il cuore di ogni persona. Durante il periodo natalizio, da non perdere il Parco Divertimenti Tivoli, inaugurato il 15 agosto 1843, con i suoi circa 85 espositori, dove ogni anno viene allestito il mercatino di Natale più bello e grande della città, con meravigliose casette in legno in cui è possibile acquistare prodotti dell’artigianato locale,visitando la casa di Babbo Natale con tanto di renne o gustando piatti tipici della tradizione natalizia danese, in uno degli ottimi ristoranti del Parco.Tra i mercatini, quello del Nyhavn, porto turistico di Copenaghen, con i suoi chalet che vendono, per lo più, cibo e prodotti artigianali; il Mercatino di Natale “Hans Christian Andersen”, in cui le bancarelle prendono il nome della fiabe di Andersen, quello di Christiana, ex quartiere hippy, ora sede di artisti alternativi.

COPENAGHEN 2I danesi amano la loro capitale, abbellendola con gusto e sobrietà, incominciandosi ad augurare “Buon Natale” (Galedeling Jul) sin da novembre, quando le birrerie aprodono le porte alle birre Julemberg, trasportate con tanto di calesse e cavallo alle rivendite della città. L’atmosfera è unica a Copenaghen tra venditori di caldarroste, mandorle ricoperte di zucchero e cannella, profumo inconfondibile di miele e uvetta, souvenir, porcellane, decorazioni artigianali, di certo non c’è modo di annoiarsi. Ma Copenaghen è molto altro: da visitare la centralissima Radhuspladsen, Piazza del Municipio, una delle principali arterie cittadine, al cui interno svettano il Palazzo del Municipio e la sua imponente torre dalla cui sommità, nei giorni limpidi, si gode di una meravigliosa vista su tutta la città.

COPENAGHEN 3 Nel centro storico, non perdetevi la piccola isola di Slotsholmen, con il Castello di Christiansborg, sede del parlamento danese. Stupendi il castello di Rosenborg, con i suoi famosi giardini Kongens Have, il castello reale di Amalienborg, residenza della famiglia reale sino al 1794, dove ancora oggi si esegue il Cambio della Guardia, l’Opera Haus, il modernissimo teatro dell’opera, donato dalla famiglia Moller allo stato danese e inaugurato nel 2005. Tra gli edifici religiosi: Vor Frue Kirke, cattedrale della città, Vor Fresler Kirke. Non si può non visitare, infine, la statua della Sirenetta, situata in riva al mare. Si tratta del più famoso simbolo di Copenaghen, realizzata dall’artista Edward Eriksen nel 1913.